La Fiamma Olimpica tra un anno a Palermo

dicembre 27, 2004 in Sport da Redazione

Arriverà a Palermo il 23 dicembre 2005, la Fiamma Olimpica di Torino 2006 che, dopo essere partita da Roma, per il suo viaggio verso Torino, toccherà tutte le regioni e province italiane. L’annuncio ufficiale è stato dato oggi durante la conferenza stampa di presentazione della tappa palermitana del Viaggio della Fiamma Olimpica, alla quale erano presenti Stefano Santoro, assessore allo sport del Comune di Palermo, Evelina Christillin, vicepresidente vicario di Torino 2006, Andrea Varnier, direttore Immagine & Comunicazione di Torino 2006 e Pierino Fagone, presidente del CONI Sicilia. In Sicilia la Fiamma Olimpica, proveniente dalla Sardegna, approderà a Siracusa, lo stesso porto in cui, il 18 agosto 1960 la Fiaccola Olimpica dei Giochi di Roma, che giungeva da Atene, sbarcò dall’Amerigo Vespucci per iniziare il suo viaggio verso la Capitale. L’isola sarà protagonista di numerose iniziative legate al passaggio della Fiamma Olimpica di Torino 2006 tra cui, in particolare, l’arrivo a Palermo in occasione delle tradizionali celebrazioni natalizie, quando la città, illuminata a festa, sarà riscaldata anche dal passaggio della Fiamma Olimpica. Il messaggio di pace della Fiamma arriverà anche fino a Lampedusa, l’isola più a sud d’Europa, volando a bordo di un elicottero messo a disposizione dall’Aeronautica Militare.

La Fiamma Olimpica attraverserà tutta la Sicilia passando tra le mani di numerosi tedofori. Tra questi, ci sarà anche il catanese Candido Cannavò, che correrà a Palermo. L’idea della torcia olimpica che approda in Italia, dalla mia Sicilia verso le Alpi torinesi, mi affascina e mi commuove – ha detto il giornalista che non è potuto essere presente alla conferenza stampa. Io professionalmente sono nato con le Olimpiadi italiane: Cortina 1956, con la leggenda di Toni Sailer, e Roma 1960 con il prepotente trionfo di una città unica al mondo e di un modello sportivo tuttora valido. So bene quante fatiche e quante battaglie abbiano portato Torino alla conquista di un’Olimpiade. E sono fermamente convinto che, al di là degli inevitabili problemi che un’organizzazione del genere comporta, l’impegno dell’avvocato Gianni Agnelli e il prezioso lavoro di Evelina Christillin saranno premiati. Benvenuta alla torcia olimpica, dunque: accogliamola come uno dei simboli più belli di oltre cento anni.

Oltre a Cannavò, l’onore di fare il tedoforo a Palermo spetterà anche alla pallanotista Alexandra Araujo, centroboa del Setterosa medaglia d’oro ad Atene 2004 (e Capitano della Gifa di Palermo). Portare la Fiamma Olimpica è una cosa bellissima e inaspettata – ha detto l’atleta, presente alla conferenza – un’emozione che, credo, chiunque vorrebbe provare, farlo poi tra le vie di Palermo, la mia città d’adozione, mi susciterà sensazioni bellissime. Prima di Palermo il Viaggio della Fiamma Olimpica è stato presentato a Firenze, Genova e Cagliari dove ha raccolto l’adesione di tedofori d’eccezione: in toscana saranno gli olimpionici Andrea Benelli, Jury Chechi e Aldo Montano tra i primi a portare la torcia; a Genova spetterà all’olimpionico Eraldo Pizzo, mentre in Sardegna toccherà al campione olimpico di pugilato Fernando Atzori e al capitano del Cagliari Gianfranco Zola. L’onore di portare la torcia potrà essere condiviso da migliaia di persone che possono candidarsi compilando il modulo che si trova sul sito www.fiammaolimpica.it.

I tedofori di Torino 2006 dovranno avere più di dieci anni e non essere – come previsto dalle regole olimpiche – membri di un’assemblea elettiva. La selezione premierà la passione per i valori olimpici, che si potrà dimostrare compilando il modulo online. Dopo la pausa natalizia proseguiranno le presentazioni del Viaggio della Fiamma Olimpica di Torino 2006 in altre cinque città: il 4 gennaio 2005 a Napoli, il 10 a Bari, il 14 a Bologna, il 17 a Venezia e il 20 a Milano. In queste occasioni verrà allestita una mostra fotografica aperta al pubblico dedicata alla Fiamma Olimpica e al suo passaggio in Italia in quattro edizioni dei Giochi (Londra 1948, Cortina d’Ampezzo 1956, Roma 1960 e Atene 2004). In occasione dell’ultima tappa di Milano verrà presentata la torcia di Torino 2006 disegnata da Pininfarina Il Viaggio della Fiamma Olimpica di Torino 2006 che coinvolgerà per 64 giorni, tutta l’Italia con un viaggio lungo oltre 11.000 km, toccherà tutte le regioni e le province italiane passando tra le mani di 10.000 tedofori. Il progetto è sarà realizzato grazie al sostegno delle istituzioni nazionali (Presidenza della Repubblica, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministero della Difesa), dall’impegno concreto di tante istituzioni locali (Regioni, Province e Comuni) e dai TOP sponsor del CIO, Coca-Cola e Samsung che hanno scelto di diventare anche Presenting Sponsor del Viaggio della Fiamma Olimpica.

di redazione