La cinquina del Campiello in diretta sul web

giugno 9, 2006 in Libri da Stefano Mola

Giorgio AlbertazziDomani, Sabato 10 Giugno, si riunirà a Padova la Giuria dei Letterati del Premio Campiello. Avremo quindi la possibilità di conoscere i cinque finalisti, i cinque romanzi italiani che si contenderanno in una volata lunga tutta l’estate, il riconoscimento finale. L’incontro avrà luogo in una cornice solenne, storica. L’Aula Magna Galileo Galilei dell’Università di Padova (Palazzo del Bo). Intervenite numerosi. Ma no, non perché ci sia posto per tutti: semplicemente, perché grazie alla consolidata partnership tra il Premio Campiello e la Telecom, la cerimonia sarà in diretta sul web.

A partire dalle 10:30, collegandovi a Rosso Alice oppure al sito del Premio Campiello, potrete seguire i lavori della giuria di selezione.

Il presidente scelto dal Premio per guidare l’edizione numero XLIV è un uomo che nella sua lunga e prestigiosa carriera ha fatto vivere le parole, ha dato loro voce su mille palcoscenici in maniera meravigliosa e suggestiva: Giorgio Albertazzi (brividi se ripenso a una sua lettura del capitolo sul Grande Inquisitore dai Fratelli Karamanzov di Dostoevskij ascoltata un giorno per caso alla radio).

Gli altri componenti della Giuria sono: il linguista Gianluigi Beccaria, la filologa Paola Bianchi De Vecchi, il critico d’arte Philippe Daverio, il sociologo Domenico De Masi, la giornalista Maria Latella, gli ambasciatori Antonio Puri Purini e Umberto Vattani, il critico letterario Lorenzo Mondo, la traduttrice e scrittrice Elena Loewenthal e il regista e scrittore Folco Quilici. Nel corso della riunione di Selezione, ogni giurato esprimerà una valutazione personale sull’annata letteraria, cui seguiranno le votazioni.

Verrà anche annunciato il vincitore del Campiello Opera Prima, riconoscimento che viene attribuito all’opera di esordio di uno scrittore al di sotto dei 35 anni d’età, e assegnato per la prima volta a Valeria Parrella con Mosca più balena (Minimum fax), e nel 2005 ad Alessandro Piperno per il romanzo Con le peggiori intenzioni (Mondadori).

Come sempre, troverete le recensioni di tutti i finalisti qui, sulle pagine del Traspi.

di Stefano Mola