L’ultimo viaggio della canaria

gennaio 9, 2005 in Libri da Sandra Origliasso

Titolo: L’ ultimo viaggio della Canaria
Autore: Francesca Duranti
Casa editrice: Marsilio
Prezzo: € 14.00
Pagine: 285

ultimo viaggio della canariaLa lettura è innanzitutto un viaggio nello spazio e nel tempo. Regalandoti attimi d’evasione ti apre le porte ad atmosfere nuove e travolgenti. Il potere di catalizzare l’attenzione del lettore fin dal primo paragrafo non è cosa da tutti: ci vuole talento. Quello che ha dimostrato di possedere Francesca Duranti negli anni d’intensa attività scrittoria, inaugurati dalla pubblicazione nel 1976 de “La bambina” fino al recente “L’ultimo viaggio della Canaria” (Marsilio Editore). Quello che più colpisce è l’abilità con cui la Duranti tratta la materia autobiografica senza scadere nella narrazione intimistica e autoreferenziale ben conosciuta dagli addetti ai lavori. La Duranti, infatti, costruisce la propria vicenda intorno ad un soggetto, una nave chiamata Canaria, che nel dipanarsi della trama acquista significati differenti.

Fin dalle prime pagine è descritta come un veliero straordinario, capace di affascinare intere generazioni di genovesi, tra cui Sebastiano Garrone, reduce della spedizione dei Mille e aspirante marinaio. L’ennesimo rientro della Canaria al porto rappresenta il momento dell’incontro con l’amore, Eleonora Bianchi e con il suo nefasto destino di naufrago sul veliero della famiglia Bianchi. Per Eleonora diventa il simbolo dell’attesa e il rifugio di un atteggiamento ribelle dopo la trasformazione in impettita donna genovana. Parallelamente si svolgono le vite di Attilio Bagnara, ricco imprenditore e padre di Guigi la futura madre dell’autrice; e di Francesco Rossi padre di Paolo Rossi, uno dei membri dell’Assemblea Costituente che compose la Costituzione Italiana. Il simbolico ritorno della Canaria avviene alla fine del libro dopo la seconda guerra mondiale e l’attentato a Togliatti. Un romanzo adatto per iniziare il nuovo anno e consigliato agli appassionati di viaggi.

di Sandra Origliasso