In forma di parole

aprile 24, 2006 in Spettacoli da Roberto Canavesi

In forma di paroleTORINO – “In forma di parole” è il titolo del ciclo di letture, realizzato dalla Fondazione del Teatro Stabile di Torino in collaborazione con Torino Capitale Mondiale del Libro, che ha preso il via domenica 23 aprile nella sala del Teatro Vittoria con un reading dantesco guidato da Edoardo Sanguineti: fino al prossimo 7 maggio in programma un mini cartellone con sei scrittori chiamati a dar vita a letture pubbliche di altrettanti capolavori, classici come moderni, secondo le linee guida del progetto promosso da Gian Luigi Beccaria, Gian Franco Gianotti e Giuseppina Magnaldi.

Detto dal percorso sulla Divina Commedia proposto da Edoardo Sanguineti (prossimi appuntamenti 24, 30 aprile, 2, 6 e 7 maggio), segnaliamo gli altri nomi protagonisti del ciclo di incontri:

  • Vincenzo Cerami, mercoledì 26 aprile, leggerà l’Ecclesiaste nella traduzione di Guido Cernetti,

  • la serata di giovedì 27 aprile vedrà Patrizia Valduga confrontarsi con gli epigrammi classici di Marziale.

    E poi ancora,

  • sabato 29 aprile, Rossana Campo ad introdurci nell’universo letterario di una Gertrude Stein ancor oggi poco nota alle grandi platee,

    mentre

  • Tiziano Scarpa, mercoledì 3 maggio, sarà impegnato nella lettura de “Gli animali fantasticati dal Novecento”, originale percorso di lettura che spazierà da Nicola Lisi a Roberto Piumini.

    A chiudere

  • Aldo Nove, giovedì 4 maggio, con un reading dedicato ad alcune conferenze di Jacques Lacan, unica serata dell’intera rassegna non dedicata a brani di letteratura ma ad argomentazioni scientifiche.

    “Se è vero – spiegano gli ideatori di In forma di parole – che, a cominciare dalla poesia, tutte la letteratura è nata per esser eseguita e per esser ascoltata, non è inutile riproporre grandi temi di ieri e di oggi in forme di diffusioni giocate sul suono e sulla intrinseca teatralità della parole: concerti di voci modulate su partiture di lunga durata”.

    Queste le premesse per un ciclo di incontri e letture interpretate, in tal senso è prezioso il contributo degli attori Lino Guanciale, Sara Novellini e Mariano Pirrello, che caratterizzeranno un’iniziativa finalizzata alla realizzazione di un suggestivo, quanto intrigante, modello di letteratura-scena pronto ad attraversare l’universo culturale della d’Occidente, lasciando per una volta da parte l’abituale pratica accademica del commento ad un testo.

  • Informazioni

    “In forma di parole”

    Teatro Vittoria, Torino

    ingresso alla letture a 10 Euro

    www.teatrostabiletorino.it

    di Roberto Canavesi