Il Toro conquista la prima vittoria del 2006

febbraio 12, 2006 in Sport da Giovanni Rolle

Il Torino batte il Catanzaro con il punteggio di 2-0 e conquista la prima vittoria del 2006. La vittoria dei granata è maturata nel finale del secondo tempo, con l’uno-due di Brevi ed Abbruscato che ha steso gli uomini di Giordano.

La prima mezz’ora di gioco trascorre senza che si vedano azioni degne di nota; la prima è al 31’, quando dai piedi di Music parte un traversone per la testa di Abbruscato, che il nuovo attaccante granata incorna però ampiamente sopra la traversa della porta difesa da Belardi. Un minuto dopo si sveglia anche il Catanzaro: interessante apertura di Corona per Del Grosso, il quale giunge di gran carriera dalla retrovie ma manca l’impatto con il pallone che avrebbe avuto certamente conseguenze problematiche per il portiere granata Taibi.

La prima frazione si conclude sotto i fischi del pubblico del Delle Alpi, insoddisfatto per la prestazione degli uomini di De Biasi.

I granata sono alla ricerca di una vittoria per allontanare la crisi, che vede il Toro ancora alla ricerca del primo successo nel 2006 e i piemontesi provano a spingere il piede sull’acceleratore. Il tecnico granata cerca maggior geometria in mezzo al campo con l’inserimento di Edusei, l’ex sampdoriano sostituisce al 13’ Music, contemporaneamente al primo cambio effettuato da Giordano, che richiama in panchina Greco, al posto del quale entra in campo Tedoldi. Pochi minuti dopo il tecnico dei giallorossi effettua gli altri due cambi a sua disposizione: nel giro di pochi minuti vengono sostituiti Giannone e Ferrigno, rilevati rispettivamente da Miceli e Venturelli.

La pressione granata si fa più decisa verso la metà della seconda frazione e aumenta il lavoro per Belardi. Il portiere giallorosso compie un bell’intervento, respingendo un tiro di Brevi da fuori area, mentre il successivo tentativo di Music, sulla ribattuta, è una rovesciata che non sortisce effetti positivi per i padroni di casa.

De Biasi prova a giocare anche la carta Ferrarese, inserito al posto di un poco incisivo Gallo. Un cambio che fa da preludio alla rete del vantaggio granata, che giunge, appena un minuto dopo, al 31’. A realizzarla è Brevi, il quale viene pescato in area giallorossa da una punizione di Rosina e l’esperto difensore, sfuggito al controllo dei colleghi della retroguardia calabrese, può battere Belardi per l’1-0 del Toro.

Il Catanzaro prova a rispondere subito alla rete del vantaggio granata con un altra apertura di Corona, questa volta all’indirizzo di Vanin, e soltanto un grande intervento di Taibi riesce a salvare la porta torinista sulla pronta conclusione del brasiliano (il portiere granata si ripeterà, pochi minuti dopo, su Del Grosso).

De Biasi arretra il baricentro della propria squadra per tutelarsi dalla prevedibile reazione calabrese, togliendo Rosina ed inserendo un difensore in più, l’ex livornese Melara. Il Torino può, in questo modo, affidarsi al gioco di rimessa ed è quello che puntualmente avviene al 40’, quando i granata realizzano la seconda rete dell’incontro. Ferrarese fugge lungo la fascia sinistra e lascia partire un cross dal fondo sul quale Abbruscato salta più in alto di tutti, siglando il suo primo gol in maglia granata.

E’ un gol che taglia completamente la gambe agli uomini di Giordano, i quali nel finale rischiano di subire la terza rete ad opera di Stellone, con la conclusione dell’ex attaccante genoano che si spegne a pochi centimetri dalla porta di Belardi.

TORINO-CATANZARO 2-0

  • TORINO (4-4-2): Taibi 7; Nicola 6, Brevi 7, Doudou 6, Balestri 6; Rosina 6.5 (35’ Melara sv), Gallo 5.5 (30’ st Ferrarese 6.5), Ardito 6, Music 6 (13’ st Edusei 6.5); Stellone 6, Abbruscato 6.5.

    All. De Biasi 6.5.

    In panchina: Fontana, Longo, Lazetic, Vryzas.

  • CATANZARO (4-4-1-1): Belardi 6; Del Grosso 6.5, Urbano 5.5, Olourunleke 5.5, De Angelis 6; Vanin 6, Giannone 6 (23’ st Miceli sv), Gissi 6, Ferrigno 6 (26’ st Venturelli sv); Greco 6 (13’ st Tedoldi 6); Corona 6.5.

    All. Giordano 6.

    In panchina: Anania, Cordone, Radi, De Sousa.

    ARBITRO: Cassarà di Palermo 6.5 .

    RETE: 31’ st Brevi, 40’ st Abbruscato.

    AMMONITI: Brevi, Ferrarese; Corona, Ferrigno.

    SPETTATORI: 22.317.

    di Giovanni Rolle