Il Live show dei My Craving

dicembre 27, 2004 in Spettacoli da Gino Steiner Strippoli

HATEFABLEL’anima rock di questa band torinese per ricordare il chitarrista dei Pantera, scomparso recentemente, ha imperversato di recente sul palco dell’Hiroshima a Torino. L’heavy metal martellante e incessante, prima con i My Craving e poi con gli Hatefable, ha aggredito felicemente il pubblico presente, circa un migliaio. L’inizio del live-show è stato dato dal video “Cementary Gates” dopodichè scendono le ritmiche della seconda edizione di Nightmare Before Christmas a suon di gothic rock. Le band sfilano veloci come la loro musica, una carrellata natalizia all’insegna del rock più duro.

Quasi a metà serata, dopo un anno di assenza dalla e scene, ecco apparire la Hatefable band, con la nuova formazione: Flavio Vallarelli alla chitarra, Luca Zummo alla batteria e Dario Orecchia al basso. Vocalist eccellenti sono Icaro Borges Cafe e Valentina Andriolo. Seconda guitar ma non ultima quella di Luca Maugeri. Intro che danno ala loro esibizione è di quelli devastanti strumentali, poi man mano iniziano a scorrere nelle vene del pubblico la melody rock del death metal. Come non essere trascinati nel vortice della loro musica ascoltandoli in pezzi come “Armony of Dissonance” e “Celebral Drama”. L’epilgo finale viene lasciato alla celeberrima “Evry Year Tale”. Alla fine del live –rock la band invita Marco Casadei sul palco per ringraziarlo pubblicamente per il suo lavoro di “promoter”.

di Gino Steiner Strippoli