I Sogni che ancora non riesco a domare

marzo 13, 2005 in Poesie da Redazione

sala_puliciUn lampo veloce, un chiudersi d’ali

come uccelli di passo che urtano i fari

lamiere contorte, fumo e paure ancestrali

la triste ascesa degli eterni rivali

Ferrini che corre, Vieri che vola

Crippa e Rosato che fanno la spola

Grinta e Fatica, Fede e Sudore

per noi inconfondibili segni d’amore

Castellini che salta e veleggia tra i pali

Pulici e Sala ad insegnare ai rivali

La vetta è vicina, il mito ritorna

e i sogni dal cielo bussan alla porta

Poi rabbia sommessa faccendieri e mercenari

il triste arrendersi alla prosa e ai denari

ma il ricordo è vivo e il sogno rimane

nell’attesa di un timido segno, un’incontro fatale

Quel breve e sognante tornare a volare

Lentini che scende, che salta, che crossa

Casagrande che a noi reisegna a sognare

ma poi quel sordo tremar di tre legni

e i miei sogni che ancora non riesco a domare

Federico Rossi Incisa

di Federico Rossi Incisa