Festa della musica a Torino con Caroline Doerge

giugno 19, 2006 in Spettacoli da Cinzia Modena

Caroline Doerge

Caroline Doerge Alassio, pianoforte

W.A.Mozart – F. Chopin

Torino

Cortile di Palazzo Reale

Ingresso Libero

Il 21 giugno inizia la stagione del bel sole e delle vacanze, delle corse sui prati dorati, delle gare in bicicletta e delle nuotate. Il giorno del solstizio d’estate è festeggiato dal 1982 con una festa detta della musica e che si è estesa dalla Francia a tutta l’Europa. A Torino sarà la pianista tedesca Caroline Doerge Alassio a riempire le vie del centro cittadino di sottili note…

Qui di seguito qualche informazione sull’artista, che ha già suonato in Italia ed a Torino, e sulla Festa della Musica.

Caroline DOERGE ALASSIO

. E’ nata a Berlino ed è figlia del violinista tedesco Albin Doerge e del soprano Hongza Choe. Ha cominciato a studiare pianoforte a soli 5 anni. Dal 1979 al 1985 ha vinto diversi premi al Concorso Steinway di Berlino e Amburgo, alla fine degli anni 80 ha conquistato un Premio al concorso Chopin di Darmstadt e da allora ha suonato in numerose occasioni con la Berlin Symphony Orchestra. Dal 1992 al 1996 è stata ospite alla Kammermusiksaal della Philharmonia di Berlino. Contemporaneamente ha debuttato con la Tokyo Metropolitan Symphony Orchestra nella BunkaKaikan Hall, nel Concerto N. 2 di Chopin per pianoforte e orchestra e nello stesso anno ha inciso un Cd della Thorophon in Germania. Al Comunale di Bologna ha suonato il concerto di F. Busoni diretta da Gerd Albrecht. Nel 1998, Claudio Abbado l’ha invitata al Festival “Young Artists in Concert” a Davos.

Intensa è stata l’attività camerisica con il Trio Berlin sia in Europa che in Corea, con la European Union Chamber Orchestra, “I Solisti di Zagabria”, i “Wiener Mozart Kammersolisten” e con l’Orchestra Sinfonica di Lublino. Nel 2005 ha inaugurato la XVI stagione della Nuova Arca nel Castello di Agliè con la Wiener Kammermuisk diretta da Patrick De Ritis con il Quartetto Eos di Vienna. Al Cairo si è esibita con il The New Arca Trio (Alessandro Milani, violino e Massimo Macrì, violoncello).

Ha inciso numerosi Cd, di Bach, Beethoven e Liszt, sotto la direzione di Eliahu Inbal a Berlino e Torino, diretta da Guido Maria Guida e CD live con le maggiori orchestre da camera europee.

Festa Europea della Musica

Nata in Francia nel 1982 come FESTA DELLA MUSICA, la manifestazione ha assunto dal 1995 un carattere europeo e si svolge contemporaneamente in numerose città europee tra cui Barcellona, Berlino, Bruxelles, Budapest, Istanbul, Liverpool, Lussemburgo, Napoli, Milano, Parigi, Praga, Roma, S. Maria da Feira.

La FESTA è simbolicamente legata al Solstizio d’Estate e si svolge il 21 giugno, primo giorno della stagione dei festival, ma non ha niente in comune con un Festival di musica (generalmente basato su un determinato compositore o un genere musicale, secondo una programmazione selezionata da un direttore artistico); si tratta invece di una festa popolare gratuita, aperta a chiunque abbia voglia di esibirsi davanti ad un pubblico ed a tutti i generi musicali.

I Principi della FESTA

I principi che presiedono all’esistenza della FESTA EUROPEA DELLA MUSICA sono essenzialmente tre:

  • la volontà di fare di questo avvenimento la “festa di tutte le musiche”, di rappresentarvi cioè tutta la gamma dei generi musicali;

  • l’offerta garantita di una scena per tutti i musicisti, dagli allievi delle scuole di musica alle grandi star internazionali;

  • la gratuità, simbolo dello spirito di condivisione per mezzo della musica, che risponde ad un ideale democratico di manifestazione aperta a tutti; tutti i concerti sono ad ingresso libero e gratuito e i musicisti si esibiscono senza percepire cachet.

    La FESTA Europea della Musica è soprattutto una manifestazione all’aria aperta ed ha la sua collocazione ideale nelle strade, piazze, giardini pubblici, parchi, cortili, chiostri. Ma è anche l’occasione per aprire eccezionalmente alla musica luoghi diversi (musei, ospedali, carceri, edifici pubblici), per stimolare l’incontro e lo scambio tra giovani musicisti, per suggerire alle grandi istituzioni musicali (orchestre, teatri dell’opera, cori stabili) di uscire dai loro luoghi abituali di rappresentazione, o di accogliervi generi musicali a torto considerati come minori o antagonisti.

    La musica è lo strumento ideale di una sensibilizzazione culturale. Promuovere questa ricchezza comune, far conoscere, condividere e apprezzare la straordinaria vitalità e la diversità del mondo musicale in Europa, ed allo stesso tempo promuovere la pratica musicale e la musica viva è l’obiettivo della FESTA EUROPEA DELLA MUSICA, sulla base del suo principio ispiratore: “FATE LA MUSICA”( Faites de la Musique).

  • Festa della musica con

    Caroline Doerge Alassio
    , pianoforte

    W.A.Mozart – F. Chopin

    ore 21,00

    Torino, Cortile di Palazzo Reale

    Ingresso Libero

    di Cinzia Modena