Elena, Paride e Menelao

marzo 17, 2006 in Spettacoli da Stefania Martini

OffenbachNuovo appuntamento con l’operetta all’Alfa Teatro. Nell’ambito de “La grande Operetta”, serie di spettacoli realizzata con il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo, l’Associazione Culturale Agiesse, Augusto Grilli Spettacoli presenta “La belle Hélène”.

L’operetta narra in modo ironico e scherzoso l’origine della guerra di Troia (scatenata dal rapimento della bella Elena) e rappresenta una vera e propria perla per questo genere: intrighi amorosi, equivoci giocosi e lieto fine sono d’obbligo, ma la parte musicale risulta più consistente, pienamente lirica, come d’abitudine per le opere del grande compositore tedesco Offenbach.

Proprio in questa opera, Offenbach compie uno dei suoi capolavori: la parodia dell’antichità classica, tema già sviluppato in opere precedenti, significava per il compositore tre cose differenti: variare i soliti soggetti proposti al suo pubblico; satireggiare il gusto ‘neoclassico’ di poeti e scrittori come Baudelaire, Gautier, Leconte de Lisle; infine, munirsi di uno schermo al riparo del quale stigmatizzare i costumi della società del suo tempo.

La parodia di Offenbach, peraltro, investe non solo la società ma anche i gusti e gli stili musicali del suo tempo: l’inno al sogno e alla notte di Pâris ed Hélène (“C’est le ciel qui m’envoie”) interrotto bruscamente dall’arrivo di Ménélas, richiama alla mente quello di Tristano e Isotta spezzato, ben più tragicamente, dall’arrivo di re Marke.

Sul palcoscenico si esibiscono Lorena Campari, Vito Martino, Riccardo Berruto, Andrea Del Conte. Orchestra Stabile dell’Alfa Teatro di Torino diretta dal maestro Edoardo Narbona, Coro “Carmine Casciano”.

Coreografie di Arkè, a cura di Matilde de Marchi e Annagrazia d’Antico; regia di Augusto Grilli.

“La belle Hélène”

Sabato 18 marzo 2006 alle ore 20,45

Domenica 19 marzo 2006 alle ore 16,00

Alfa Teatro, Via Casalborgone 16/i – Torino.

Biglietti: 20 euro; Ridotto: 18 euro. Bambini fino a 12 anni gratis.

Per informazioni:

www.alfateatro.com

di Stefania Martini