Conan il ragazzo del futuro

dicembre 27, 2004 in Libri da Cinzia Modena

Titolo: Conan il ragazzo del futuro
Autore: Alexander Key con illustrazioni di Sara Colaone
Casa editrice: Kappa Edizioni
Prezzo: € 15.00
Pagine: 171

libro Conan

Quanti di noi hanno ormai trent’anni, poco più o poco meno, forse si ricorderanno di un cartone animato ambientato nel futuro. Protagonisti due bambini che vivevano su di un’isola la loro infanzia e prima adolescenza. Naufraghi. Un giorno arrivò una barca e da allora la loro vita cambiò. Ci furono separazioni, ritrovamenti, adulti che guidavano e condizionavano le loro vite, che forzavano le loro scelte. C’era una città sommersa.

Questo cartone animato era uno dei tanti che fecero tappa sul piccolo schermo, in pieni “anni ’80”. La sua provenienza è giapponese.

Gli appassionati del fumetto distinguono nettamente le produzioni asiatiche da quelle statunitensi, ma questa è un’altra storia. Mi limito ad aggiungere e a ricordare con affetto che tra i bambini di quegli anni, molti hanno conosciuto un mondo ampio, quello delle strisce in bianco e nero, ed hanno affiancato Topolino ad altre pubblicazioni: Tex, Dylan Dog, Spider Man (a colori), Diabolik e Alan Ford, Lamù e Georgie e Ken Shiro. Questi citati sono solo alcuni dei titoli che si trovavano in edicola durante gli anni ’80.

Le opere che ci sono pervenute dall’Asia, son per lo più produzioni giapponesi e sono conosciute con il nome tecnico di manga. Durante i primi anni, il successo di queste pubblicazioni era condizionato dalla connessione cartone animato e fumetto: quest’ultimo diventava un mezzo per capire come finiva il cartone animato o per prolungare il rapporto affettivo che si era creato tra bambino-ragazzo e la storia ed i personaggi raccontati.

Oggi è facile trovare fumetterie e ci son manifestazioni che raccolgono più di 60.000 persone appassionate del genere! Curiosando tra gli scaffali di un negozio specializzato (fumetteria), sono incappata in un libro per ragazzi con alcune illustrazioni. La sorpresa è stata tanta quando ho scoperto che questo libro aveva ispirato uno di quei cartoni cui si pensa sempre con un sorriso nel cuore: “Conan il ragazzo del Futuro” di Hayao Miyazaki.

L’autore è un illustratore, Alexander Key, che ha iniziato a scrivere racconti per poter “sopravvivere”. Mr. Key è statunitense, nato nel 1904 nel Maryland. E’ cresciuto professionalmente a Chicago e come abitudine di molti americani, non rimane lì: da sposato si è trasferirà nelle “Smoky Mountains” e morirà nell’Alabama. Per lavoro ha scritto per periodici e ha pubblicato opere per ragazzi, veicolo quest’ultimo che gli dava modo di continuare a praticare la sua attività d’illustratore. Il messaggio che ha sempre cercato di trasporre nelle sue opere era quello di rispettare la natura, di imparare a conoscerla e ad amarla. Messaggio volto ad un pubblico giovane. Il film “Incredibile viaggio verso l’ignoto” di Walt Disney è stato ispirato da “Escape to Witch Mountain” di Key!

Situazione simile a quella in cui s’incorre quando si va a vedere un film e dopo si vuol leggere il relativo libro: potrebbero esserci stonature dietro l’angolo. Stonature tra ciò che le righe raccontano ed i ricordi che si hanno della storia di Miyazaki. La lettura di Key è in realtà un piacere infinito sia per l’ottima traduzione che per lo stile e la trama. E’ un libro che si apre immediatamente su un’azione e su un momento importante per il personaggio: si entra, così, velocemente dentro la storia. Le vicende narrate sono diverse da quelle del cartone animato eppure si ritrovano le stesse atmosfere, lo stesso spirito che anima i personaggi, le stesse caricature. Conan è la storia della civiltà moderna: un’arma usata impunemente causa un disastro ecologico ed inondazioni. Conan fugge ma si ritrova a vivere da solo per 5 lunghi anni su un’isola, solo. Un giorno viene trovato e la sua forza fisica lo fa valutare come ottimo uomo di fatica. Lasciata l’isola, il suo carattere e le persone a lui care lo salvano da uomini che lo vogliono uccidere, situazioni angosciose e senza speranza oppure semplicemente più grandi di lui. Su tutto vince la natura che chiede di esser capita ed amata. Vince anche la capacità dell’uomo di non fermarsi alle apparenze ma di cercare di comprendere ciò che ci circonda e di far le debite valutazioni.

Il consiglio di leggere questo libro è volto a tutti coloro che amano leggere. E’ una lettura delicata ed immediata. Intrigante senza eccessi di trame troppo elaborate. Le immagini si creano nitide nella mente, senza correlazioni con il cartone che diventa solo un pretesto. E’ buon regalo per i giovani e per gli adulti che amano sperare in un mondo migliore. E’ un regalo che dona un sorriso.

di Cinzia Modena