Cinemambiente: Environmental Film Festival

ottobre 21, 2004 in Spettacoli da Marinella Fugazza

Cinemambiente 7Pensandoci bene, la nostra vita si muove all’interno di “ambienti” più o meno confortevoli, più o meno piacevoli, più o meno salutari: ambiente famigliare, ambiente lavorativo, ambiente sociale…degrado ambientale. Tutte queste diverse sfumature della parola in questione e numerose altre verranno trattate nell’ambito della 7ma Edizione di CINEMAMBIENTE: Environmental Film Festival in programma a Torino dal 22 al 29 ottobre 2004. Diretto da Gaetano Capizzi l’importante evento ritorna con un programma ricchissimo di proposte, puntando da quest’anno un occhio di riguardo sul documentario, genere privilegiato per scandagliare il mondo dell’ambiente e per affrontare gli argomenti che stanno a cuore al festival.

Questa edizione rinuncia così al concorso dei lungometraggi di fiction, preferendo affrontare il discorso ambientalistico proprio attraverso il documentario, un tipo di cinema che negli ultimi anni ha avuto un grande impulso. La rassegna vera e propria si svolge dal 22 al 26 ottobre con un proseguo fino al 29 dedicato alle scuole con i film e gli incontri della sezione Eco Kids. Sfogliando le pagine del programma si rimane colpiti dalla molteplicità di proposte e tematiche, dalla varietà di incontri e di avvenimenti, dalla densità e dalla qualità dei film presentati: un lavoro serio e competente che ha impegnato a fondo l’intelligente ed abile organizzazione. Difficile scegliere tra argomenti ed eventi così coinvolgenti.

Si inizia venerdì 22 ottobre con l’inaugurazione e la proiezione di un film documentario ambientato nelle profondità marine: Deep Blue (tecniche di ripresa avanzatissime consentono di esplorare una delle frontiere più nascoste ed impervie del nostro pianeta, il mare ed i suoi abitanti con la loro carica visionaria). Tre sono i concorsi: Concorso Documentari: 11 opere si contenderanno il Premio CinemAmbiente – Provincia di Torino e 2.500 euro per il miglior documentario; Concorso Cortometraggi: uno dei dieci corti in gara si aggiudicherà il Premio CinemAmbiente – Città di Torino per il miglior cortometraggio a tematica ambientale e 1.500 euro; Concorso Film Italiani: ben tre i premi in questa sezione: Premio Over per il miglior film italiano a tematica ambientale, Premio Legambiente al film italiano del 2004 che meglio ha affrontato i temi ambientali e Premio Documè inserimento del film vincitore nel circuito distributivo Documè.

Cinemambiente 7Sei sono le sezioni. La già menzionata sezione Eco Kids: un programma di film (da il recentissimo “I due fratelli” di Jean-Jacques Annaud a “Mucche alla riscossa”), dedicato agli studenti, verrà proposto in tre sale, tutti i giorni al mattino da lunedì 25 a venerdì 29.

La sezione Global Vision Argentina: dopo l’India, dopo il Brasile, la realtà argentina, i suoi profondi problemi sociali e politici verranno visti attraverso una serie di film che raccontano il sub continente americano e il grande paese argentino; un doveroso omaggio verrà attribuito al grande regista argentino Fernando Solanas premiato a Berlino con l’Orso d’Oro alla carriera: sarà ospite del festival con La memoria del Saqueo (La memoria del saccheggio; domenica 24 ore 20,30 Massimo 3), il suo ultimo film, in anteprima italiana.

Retrospettiva – Il cinema corre sul fiume: il Po è e sarà il protagonista di questa sezione in una sorta di viaggio d’esplorazione che intreccia le vicende del cinema italiano con il suo corso; film come “Gente del Po” di Michelangelo Antonioni, “La lunga notte del ‘43” di Florestano Vancini (certa la sua presenza in sala), “Lungo il fiume” di Ermanno Olmi, “Ossessione” di Luchino Visconti, “La risaia” di Raffaello Matarazzo, “La tragedia di un uomo ridicolo” di Bernardo Bertolucci, sono film che hanno dato vita a quel filone della cinematografia italiana conosciuto in tutto il mondo e sottoposto a vari tentativi internazionali di imitazione: il Neorealismo.

Omaggio alla Panaria Film: questa casa di produzione nasce nel 1946 dall’iniziativa del principe Francesco Alliata (recentemente omaggiato dal Tribeca Film Festival diretto da Robert De Niro); nello stesso anno in un documentario prodotto dalla casa siciliana, vennero effettuate le prime riprese subacquee con una cinepresa: tecniche per il periodo nuovissime che diedero grande impulso al documentario italiano.

Late Night Show: film spettacolari e catastrofici per le notti di CinemAmbiente verranno proiettati al cinema Empire a mezzanotte

Panorama Internazionale: 24 film e video provenienti da tutto il mondo che spaziano sui vari temi ambientali.

All’interno di tutta questa vastissima scelta si trovano anche convegni (attualissimo quello dedicato alla quotidiana realtà mondiale: “L’occhio di Marte – Come si documenta la guerra”, per confrontare, da differenti punti di osservazione, come vengono usate oggi le parole e le immagini per documentare la guerra; sabato 23 ottobre ore 10 Massimo 3), incontri ed eventi. E, se ancora non bastasse, Aperitivi e Dopofestival al circolo Amantes tutti i giorni dalle 19 aperitivo e incontro con gli ospiti del festival. Non mi resta che augurare: BUONA VISIONE A TUTTI.

Per ulteriori e maggiori informazioni:

CinemAmbiente

Corso Regina Margherita 73 – 10124 Torino

Tel.:011-19711943; fax: 011-19711944

www.cinemambiente.it

[email protected]

Biglietto intero euro 5: ore 16,30-18,30; ore 18,30-20,30; ore 20,30-24,00

Pass giornaliero euro 7: dalle 16,30 alle 24,00

Abbonamento intero per tutta la manifestazione euro18.

di Marinella Fugazza