Brusco ko per il Toro

novembre 28, 2004 in Sport da Giovanni Rolle

Dopo il confortante successo esterno di lunedì scorso contro il Vicenza, il Toro torna a respirare aria di crisi perdendo nettamente in casa contro il Modena. Gli emiliani, guidati da Pioli (che già nella passata stagione era venuto a vincere al Delle Alpi con la Salernitana), sbancano il campo di un Torino spento e dalle idee confuse con una prestazione attenta ed ordinata. A salire sugli scudi, nelle file degli ospiti, è Andrea Fabbrini. Torinese doc e vecchio cuore granata, nonché protagonista con la casacca del Toro nella scorsa deludente stagione, Fabbrini riesce finalmente ad essere profeta in patria, seppur con una maglia diversa, quella gialloblu.

La gara inizia in sordina, con il Toro che prova a “fare” la partita. Per vedere un’azione degna di nota bisogna attendere però il 20’, quando Pinga crossa dalla destra un pallone per la testa di Marazzina, la cui incornata risulta però troppo debole e centrale, facilitando la presa sicura di Frezzolini. A raffreddare gli entusiasmi dei giocatori e dei tifosi granata ci pensano però, dopo appena un minuto, i gialloblu. Il Modena, formazione che in campionato ha difficoltà a segnare, contro il Toro riesce ad andare in rete alla prima occasione.

A confezionare la rete del vantaggio degli emiliani sono due ex granata, Sommese e Fabbrini, i quali si avvalgono nell’occasione della preziosa collaborazione del vecchio leone Ganz. Pallonetto di Sommese, deviazione di Ganz con parata di Sorrentino e tap-in vincente da parte del “Toro” di Pinerolo. Il pubblico della curva Maratona non cessa tuttavia di incoraggiare la squadra di Rossi, anche se la reazione dei granata si trova a cozzare contro la buona organizzazione degli avversari, ben messi in campo da Pioli.

Mentovani perde un contrasto con Fabbrini, il quale può involarsi verso l’area granata e mettere in mezzo per Ganz, che subisce l’entrata fallosa di Comotto, sanzionata con l’assegnazione del calcio di rigore e l’espulsione del difensore granata. Dal dischetto la conclusione dello stesso Ganz è implacabile.

Sullo 0-2 e con un uomo in meno, diventa arduo rimontare per il Torino. Rossi ci prova, inserendo il brasiliano Humberto al posto dell’evanescente Rizzato e riportando Pinga sulla sinistra. Il Toro prova la difficile rimonta e la Maratona accompagna con il proprio incitamento lo sforzo dei ragazzi di Rossi. I granata subiscono tuttavia una nuova bastonata al 9’, quando Fabbrini infila per la terza volta la porta di Sorrentino. Fabbrini, implacabile come non mai al Delle Alpi contro la sua ex squadra, potrebbe segnare per la terza volta, ma Romeo ignora un fallo apparso evidente di Balzaretti ai suoi danni. Per il Toro ornai non c’è più speranza, anche perché al 23’ viene annullata una rete a Marazzina per fuorigioco. La partita finisce mestamente per i granata, che escono tra i fischi del pubblico. Giornata di grazia invece per gli emiliani: avevano il problema del gol, al Delle Alpi ne hanno trovati addirittura tre.

Torino – Modena 0-3

  • Torino (4-4-2): Sorrentino 5.5; Comotto 5, Mezzano 5, Mantovani 4.5, Balzaretti 5.5; Pinga 6 (39’ st Vailatti sv), De Ascentis 5 (18’ st Carbone sv), Codrea 5, Rizzato 5 (1’ st Humberto 5.5); Maniero 4.5, Marazzina 6. All. Rossi 5. In panchina: Fontana, Peccarisi, Martinetti, Falconieri.

  • Modena (4-4-2): Frezzolini 6.5; Ponzo 6, Centurioni 6.5, Ungari 6.5, Tamburini 6; Campedelli 6.5, Giampieretti 6, Tisci 6, Sommese 6.5 (42’ st Antonini sv); Ganz 7 (18’ st Troiano sv), Fabbrini 7.5 (35’ st Taldo sv). All. Pioli 7. In panchina: Renard, Perna, Di Venanzio, Vignaroli.

  • Arbitro: Romeo di Verona 5.

  • Reti: 21’ pt e 9’ st Fabbrini, 44’ pt rig. Ganz.

  • Note: Espulso al 44’ pt Comotto per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Mezzano; Ganz, Centurioni, Sommese, Fabbrini.

    di Giovanni Rolle