Biscanto

marzo 23, 2006 in Poesie da Tiziana Fissore

Matisse

Siamo una manciata di semi

lanciati nella terra arata

per dare frutti, fiori e amore.

Siamo ninfee galleggianti

su placidi, tranquilli stagni

dai pericolosi fondali.

Perenne è la lotta tra il fare

e il cercare di stare a galla,

cercando l’equilibrio

amore e morte si fondono,

nascite e tramonti di vite,

di sentimenti si rincorrono

passando da un biscanto all’altro

fino a raggiungere la meta:

l’ineluttabilità della fine

Biscanto, s. m. [Composto di bis- e canto “cantone”], ant. o toscano. Doppio cantone, uno sporgente e l’altro rientrante, come quelli che si formano nelle strade quando gli edifici non sono disposti sulla medesima linea; anche, in genere, angolo, cantonata. “..passata questa porta… si trova un certo b. di muro, dove il muro muta cammino e gira (Machiavelli)

Fonte: Treccani; De Mauro Paravia

di Tiziana Fissore