Arte e vecchi mestieri sotto la rocca

novembre 24, 2005 in Attualità da Cinzia Modena

Domenica 27 novembre 2005 ritorna a Cavour l’appuntamento con Roccantico, ovvero il mercatino delle pulci

cavour city

Roccantico, dopo l’appuntamento enogastronomico di “Tuttomele”, fa parte di una serie di manifestazioni che si svolgono in quel di Cavour, ai piedi della Rocca. Giunti ormai al termine del mese di novembre, il clima natalizio orami alle porte, l’Associazione Cavour in Fiore ha organizzato questa giornata che vedrà al centro dell’attenzione non un frutto o un fiore (vero) ma antiquariato e tutta quell’oggettistica che fa parte della nostra storia. Le vie del centro storico saranno il palcoscenico di questa mostra-mercato che ripropone alla memoria dei meno giovani e fa scoprire ai bambini e ragazzi un patrimonio culturale: gli oggetti del nostro passato. Questo è proprio uno degli obiettivi che si pone l’evento: affermare a Cavour quella tutela delle tradizioni, già consolidata con altre iniziative che purtroppo in molte zone del Piemonte si va perdendo.

Cose vecchie, cose antiche che usarono i nostri bisnonni, oggetti in cui si legge la fatica ma anche l’arte, l’artigianalità dell’uomo di quel tempo: ed è ciò che affascina. Roccantico è un mercato di scambio, baratto, acquisto che vuole rivolgersi in particolare alle generazioni più giovani che faticano, scivolando con lo sguardo sulle bancarelle, a capire “cos’è quello strumento di legno e ferro” o per cosa veniva utilizzato (i cd. vecchi mestieri persi nella memoria popolare).

Mercato e scoperta: la meraviglia di vagare tra banchi ed imbattersi in un tavolino di Napoleone, o in una sciabola savoiarda, o una sottana di fine settecento. È questo il fascino del mercatino delle pulci e per quanto si guardi e riguardi, in mezzo a mille cianfrusaglie, uscite da vecchi cassetti, si scopre sempre qualcosa di curioso e prezioso.

Cavour, con il mistero della sua Rocca, farà rivivere proprio tutto quel mondo di vecchie cose dimenticate in un solaio, in una cantina, gli oggetti custoditi in una cassapanca impolverata.

Sotto l’ala limitrofa al Comune, vi sarà anche un’interessante mostra del CLUB AUTO STORICHE LA GRANDA”: gli appassionati ed i curiosi potranno ammirare ricercate automobili d’epoca come un OM del 1925, la FIAT 522 del 1930/31, la TOPOLINO BALESTRINO del 1927.

Per maggiori informazioni:

Associazione CAVOUR in FIORE 333 5647042

di Cinzia Modena