Alessio Romano per Traspi.net

dicembre 6, 2005 in Libri da Redazione

paradise for allAlessio Romano Alessio Romano è nato a Pescara nel 1978. Ha studiato a Bologna e Torino. Ha esordito con Paradise for all.

Un romanzo per esordire. E il tuo, di esordio, come ti sembra?

Sinceramente, se da una parte mi sento molto soddisfatto del mio lavoro, dall’altra ho la frustrante sensazione che avrei potuto fare meglio. Ma è un frustrazione utile, che sfrutto per continuare a scrivere.

Da quanti anni scrivi?

Ho iniziato alle medie con dei racconti. Poi al liceo e durante i primi anni di università ho scritto il mio primo romanzo, mai pubblicato. Una delle cose che più mi ha dato forza sono stati i miei amici che hanno letto, apprezzato e incoraggiato.

Perché

Scrivere mi diverte. E poche sensazioni sono appaganti quanto la soddisfazione che provo dopo aver finito di farlo.

Il tuo peggior pregio?

La sincerità

Il tuo peggior difetto?

La sincerità

Per un libro più importante la copertina, il titolo o il contenuto?

Sicuramente il contenuto. La copertina ormai è quasi solo una questione di marketing; il titolo è una chiave di lettura, un’indicazione dell’autore sul suo lavoro. E’ una cosa importante e delicata, dare un titolo a un proprio libro.

Per quale motivo dovremmo scegliere il tuo?

Credo sia divertente. O almeno lo spero

Una ragione per leggere il tuo libro

Scoprire chi ha ucciso Elena.

Una ragione per non leggerlo

Ce ne sono così tanti di libri che sono veri capolavori, e il tempo che abbiamo per la lettura è così poco… Ma secondo questo ragionamento non si dovrebbe più scrivere nulla di nuovo, solo leggere tutti i classici. Sarebbe così male?

A chi lo consiglieresti?

Agli amanti del giallo e a chi non ne ha mai letto uno prima.

Se dovessi essere un protagonista, chi vorresti essere?

Don Vito Corleone.

Un consiglio che daresti ai giovani scrittori d’oggi.

Leggere il più possibile, studiare il più possibile, vivere il più possibile.

Che cosa stai leggendo?

Follie di Booklyn di Paul Auster e Parassiti di Massimiliano Governi.

Che musica stai ascoltando?

Sigur Ros; Placebo e tutto quello che passano le radio mentre guido.

Qual è il tuo libro preferito?

La versione di Barney di Mordecai Ritchler.

La rivista?

Internazionale e Martin Mystère.

Fumi?

Sì. Tutto.

di Flavia Piccinni