Zero Degrees

ottobre 24, 2005 in Spettacoli da Marcella Trapani

zero degrees“To know is nothing at all… to imagine is everything.”

A. Khan

L’evento

Sarà presentato in prima italiana assoluta a Torino il 25 e il 26 ottobre prossimi al Teatro Nuovo a Torino lo spettacolo ZERO DEGREES, nato dalla collaborazione tra due giovani coreografi, Akram Khan e Sidi Larbi Cherkaoui. Le rappresentazioni proseguiranno al Teatro Comunale di Ferrara il 28 e il 29 ottobre.

Entrambi i coreografi sono di cultura islamica ma sono cresciuti in Europa, Larbi ad Anversa ed Akram a Londra. Il loro lavoro comune nasce dall’esigenza di fondere i valori della danza tradizionale con quelli dell’arte tersicorea contemporanea senza dimenticare le loro rispettive origini – il Marocco per l’uno e il Bangladesh per l’altro.

La nuova produzione riceve, tra gli altri, il sostegno di Torinodanza e del Teatro Comunale di Ferrara. Ad essa partecipano lo scultore inglese A. Gromeley e il compositore anglo-indiano N. Sawhney.

Gli interpreti

Sidi Larbi Cherkaoui fa parte della compagnia Les Ballets C. de la B., fondata nel 1984 per iniziativa del danzatore A. Platel. Il nome completo è Les Ballets Contemporaines de la Belgique, un riferimento provocatorio alle origini non ortodosse della compagnia e al suo rifiuto dell’estetica del balletto accademico. Le produzioni de Les Ballets C. de la B. testimoniano una vivida consapevolezza sociale, una notevole abilità a catturare lo spirito del momento e a tradurre temi quotidiani in un linguaggio teatrale sviluppato in modo unico. I loro spettacoli non rappresentano storie, né strutture di danza concepite in maniera ingegnosa. Les performances comprendono una successione di istantanee, di movimenti semplici, quasi banali, che scivolano in frammenti di danza descrivendo piccole situazioni umane. Les Ballets C. de la B. è un gruppo di cinque coreografi, ognuno con il suo fascino e la sua personalità. Larbi in particolare è entrato nella compagnia nel 1997 in occasione della creazione di Platel, Iets op Bach, una produzione di successo internazionale che ha girato il mondo dal 1998 al 2001. Ha lavorato in compagnie di danza jazz e hip-hop. Le sue esperienze eterogeneee e il suo atteggiamento aperto ad ogni forma di performance indicano che il suo lavoro coreografico è altamente personale, teatrale ed eclettico.

Akram Khan, nato nel 1974, ha già una solida carriera come solista. Nel 1999 si è unito al progetto coreografico del prestigioso X-Group al P.A.R.T.S. (Performance Arts Research Training Studios) in Belgio, dove ha trascorso sei mesi ottenendo spazio, ballerini e un supporto specialistico per sviluppare la sua arte di coreografo. Durante questo periodo, ha presentato il lavoro in assolo “Loose in Flight” alla British Dance Edition di Newscastle, che si è rivelato un grande successo e ha catturato l’attenzione dei promotori tanto britannici quanto internazionali. Sempre nel 1999 ha ottenuto il Premio Jerwood per la coreografia. Ha quindi fondato la Akram Khan Company insieme a Farooq Chaudry. Le sue tournées hanno giocato un ruolo importante in festival di danza ed eventi in tutto il mondo registrando spesso il tutto esaurito.

Lo spettacolo

ZERO DEGREES ha debuttato il 12 luglio di quest’anno al Sadler’s Wells di Londra. E’ un lavoro composto da molti capitoli attraverso i quali corre un’attrazione di poli opposti: la Gran Bretagna contro l’Europa continentale; il pallido contro lo scuro; l’acciaio contro la gomma; il fluttuare contro il rimbalzare; l’India contro il Nord Africa; i piedi contro le mani; la vita contro la morte. Sono intrecciati con la danza tre episodi parlati che narrano la storia di un viaggio in treno attraverso la frontiera tra India e Bangladesh, iniziando con l’allarme emotivo suscitato da un passaporto potenzialmente perduto e culminando con la morte inosservata di un passeggero e la scoperta finale che il suo corpo insensibile è un cadavere. Il nucleo del lavoro è da trovare nelle questioni alla radice di tali situazioni: il passaporto come metafora dell’esistenza, la cui perdita segna il punto di transizione tra essere qualcuno ed essere nessuno; il momento non visto che separa la vita dalla morte. Khan ha dichiarato che ZERO DEGREES riguarda proprio questo cruciale punto di passaggio.

Sede:

Teatro Nuovo

Corso Massimo D’Azeglio 17

Sito: http://www.comune.torino.it/torinodanza/

Biglietteria:

Teatro Regio

Piazza Castello 215

Tel. 011-8815241/242/272

[email protected]

45 minuti prima dello spettacolo presso il Teatro Nuovo

Calendario:

Martedì 25 ottobre ore 21

Mercoledì 26 ottobre ore 21

di Marcella Trapani