Weekly Bowl

febbraio 23, 2002 in Sport da Federico Danesi

Il grande football americano torna al Motovelodromo. Dopo i fasti dei Giaguari, che qui vissero uno dei loro capitoli più esaltanti, l’occasione sarà quella del “Weekly Bowl”, il primo All Star Game italiano, che si giocherà il prossimo 24 febbraio con inizio alle 14.

La partita, organizzata dalla Fiaf (Federazione Italiana American Football) in collaborazione con l’Aifl (la paritetica austriaca), con il patrocinio del Comune e della Provincia, è sponsorizzata dal sito www.weeklybabs.com che lo scorso anno ha seguito con dovizia di notizie ed immagini i due campionati. Sarà una festa di sport e un gustoso antipasto per la stagione di Golden League che comincerà a marzo. In campo due rappresentative, quella del Piemonte e quella del Triveneto, le cui squadre (tranne i Giants Bolzano, assenti a Torino) giocano nel campionato austriaco.

Da una parte, così, giocatori di Tigers e Warriors Torino, Blacks Rivoli, Centurions Alessandria e Chargers Novi Ligure (denominati simpaticamente Grapepickers, in ossequio alla tradizione vinicola piemontese), dall’altra Bears 56 Alto Adige, Draghi Udine, Grifoni Belluno, Mariners Venezia, Muli Trieste (vincitori dell’Aifl la scorsa stagione) e Falcons Klagenfurt, gli unici veramente stranieri. Sessantacinque gli elementi a roster e squadre guidate da Giorgio Costa da una parte e Todd Ferguson dall’altra.. Maglie blu, con numero giallo, per i piemontesi, bianche, con numero nero, per gli ospiti, e gara da 60 minuti regolari.

Sarà anche motivo di festa ulteriore la premiazione che avverrà nell’intervallo: Roberto Cecchi, storica bandiera di Giaguari prima e di Tigers poi ha deciso di appendere il casco al chiodo e il suo presidente, Massimo Martinetti, che prima fu suo compagno di squadra e ora è anche consigliere Fiaf, ritirerà formalmente la sua maglia. A fine gara, invece, premio al miglior giocatore in campo come si usa nei Bowl veri.

L’appuntamento è dunque per il 24. Non ci sono scuse, anche perché il derby di serie A si giocherà la sera. Il prezzo? Cinque euro per tutti, proprio perché di festa si tratta.

di Federico Danesi