Vittoria bianconera sul Napoli

aprile 11, 2007 in Sport da Giovanni Rolle

TORINO – I bianconeri prendono il largo. La Juventus vince l’attesa sfida con il Napoli e si porta a più sette dal Genoa secondo in classifica e a più nove dagli stessi partenopei. Gli uomini di Deschamps hanno fatto valere la superiorità tecnica dei loro fuoriclasse contro una formazione azzurra che ha evidenziato la mancanza di un elemento in grado di dare ordine e vivacità a centrocampo, dove si è fatta sentire l’assenza dello squalificato De Zerbi.

Prima della parita si sono registrati purtroppo degli incidenti, con scontri fra i tifosi juventini e partenopei, avvenuti nei pressi dello stadio.

Dopo un inizio di gara equilibrato i bianconeri prendono il sopravvento al 18’: Nedved crossa per la testa di Camoranesi, che schiaccia in rete facendo esplodere lo stadio torinese. Il Napoli prova immediatamente a rimediare e al 21’ i partenopei vanno vicini al pareggio con Dalla Bona. Al 27’ i bianconeri hanno però una buona occasione per portare a due le reti di vantaggio, ma Iezzo si oppone alla conclusione da centro area di Del Piero.

La formazione di Reja nella parte centrale della prima frazione sembra subire la verve dei torinesi, che, poco superata la mezzora, costruiscono un’altra palla gol. Il protagonista dell’azione è ancora Pavel Nedved, con il giocatore ceco che innesca una manovra delle sue, con la sua tipica percussione, finalizzata dall’assist per Del Piero, che prova la conclusione rasoterra, con la palla che sfila poco lontano dalla base del palo alla destra del portiere azzurro. Nelle battuta finali prima dell’intervallo i bianconeri trovano il modo di far tremare un paio di volte i circa 2.500 tifosi azzurri presenti allo stadio Olimpico: prima è Trezeguet a graziare l’estremo difensore azzurro, che successivamente compie un bell’intervento in tuffo, sventando un pericoloso tiro di Nedved.

Si va al riposo con il parziale di 1-0 per la Juventus, ma pochi minuti dopo l’intervallo le reti di vantaggio dei bianconeri diventano due. Al 5’ Camoranesi pesca con un cross Del Piero tutto solo in mezzo all’area azzurra ed il capitano juventino può concludere di giustezza alle spalle dell’incolpevole Iezzo. Al 17’ avvengono due episodi di rilievo, il primo è un gol sfiorato da Trezeguet, con l’attaccante francese che si vede ribattere dal corpo di un difensore azzurro una conclusione che pareva essere a colpo sicuro, dopo che il transalpino aveva raccolto un assist di Nedved, e subito dopo c’è l’espulsione di Marchisio per un fallo a centrocampo. Il giovane centrocampista bianconero esce comunque tra gli applausi del pubblico dell’Olimpico, mente Deschamps cerca di tutelarsi dall’inferiorità numerica, sostituendo Trezeguet con Paro per assicurare maggior protezione a centrocampo.

Gli ultimi venti minuti sono di puro contenimento per gli uomini di Deschamps, che difendono il doppio vantaggio, mentre il forcing degli azzurri ha prodotto due legni, con la traversa colpita da Domizzi ed il palo centrato da Sosa. Nel recupero Palladino ha sciupato clamorosamente il possibile 3-0 al termine di un contropiede innescato dal solito Nedved.

JUVENTUS-NAPOLI 2-0

RETI: 18′ p.t. Camoranesi, 4′ s.t. Del Piero.

JUVENTUS: Buffon; Zebina, Boumsong (32′ s.t. Legrottaglie), Chiellini, Balzaretti; Camoranesi, Marchisio, Giannichedda, Nedved; Del Piero (43′ Palladino), Trezeguet (18′ s.t. Paro).

In panchina: Mirante, Marchionni, Bojinov, Zalayeta.

All. Deschamps

NAPOLI: Iezzo; Maldonado, Cannavaro, Domizzi; Grava (1′ s.t. Montervino), Dalla Bona, Gatti (21′ s.t. Trotta), Bogliacino, Savini; Sosa, Calaiò (11′ s.t. Pià).

In panchina: Gianello, Giubilato, Amodio, Bucchi.

All. Reja.

AMMONITI: 13′ p.t. Sosa, 25′ p.t. Domizzi, 31′ p.t. Grava, 4′ s.t. Del Piero, 12′ s.t. Giannichedda, 19′ s.t.Camoranesi.

ESPULSI: 17′ s.t. Marchisio.

ARBITRO: Ayroldi di Molfetta.

di Giovanni Rolle