Vittima

febbraio 12, 2001 in Poesie da Redazione

Se oltre le tegole del tetto,

usuale e inesorabile difetto

della vista di questa stanza,

sapessi di bambini in gioco

in infiniti, sudati meriggi,

io, non di poco,

odierei tutto quanto

e porterei l’orecchio al vetro

per sentirmi più disturbato.

di Usco