Venti sigarette a Nassirya

febbraio 18, 2010 in Spettacoli da Redazione

barettiIl 12 novembre 2003 un attentato kamikaze a Nassirya, in Iraq, provoca la morte di diciannove italiani, tra militari e civili.

Nell’esplosione rimane coinvolta anche una troupe che si trovava sul luogo per girare uno sceneggiato sulla ricostruzione a Nassirya da parte dei nostri soldati.

Tra i feriti c’è anche un giovane regista, Aureliano Amadei.

Nei lenti mesi successivi Aureliano ricorda, riflette e continua la sua inchiesta sulla guerra con un amico, Francesco Trento.

Dall’analisi della presenza italiana in Iraq nel suo insieme e delle sue contraddizioni esplicite nasce il libro Venti sigarette a Nassirya, un originale romanzo-reportage, che a un tempo narra e riflette sulla verità che lentamente prende forma.

Al Baretti, il pubblico ascolterà la storia di ‘Venti sigarette a Nassirya’ attraverso la voce dello stesso Aureliano Amadei, in scena insieme a Giancarlo Judica Cordiglia e attraverso l’atmosfera sonora creata da Roberta Tagarelli al cembalo e al pianoforte.

Venti sigarette a Nassirya

Lettura_Evento

di Aureliano Amadei e Francesco Trento

Con Aureliano Amadei e Giancarlo Judica Cordiglia – Voci recitanti

Roberta Tagarelli – Cembalo e Pianoforte

Luci e direzione tecnica – Alberto Giolitti

Regia di Aureliano Amadei

Dal 18 al 20 febbraio 2010, ore 21.00.

CineTeatro Baretti – Via Baretti 4 – 10125 Torino.

di Redazione Spettacoli