Venduti biglietti per cinque milioni e mezzo di euro

gennaio 6, 2005 in Sport da Redazione

Sono stati 57.646 gli ordini di acquisto dei biglietti di Torino 2006 nella prima fase di vendita, aperta il 4 novembre e chiusa 45 giorni dopo, il 19 dicembre, per un controvalore in euro di 5 milioni e mezzo. Siamo molto soddisfatti – ha detto il direttore generale del TOROC Paolo Rota – si tratta infatti di un risultato confortante, che va oltre le aspettative, per il quale dobbiamo ringraziare i nostri partner, Sanpaolo e TicketOne, che collaborano attivamente alla vendita dei biglietti e alla promozione del programma.

Gli eventi più richiesti sono stati le discipline del ghiaccio – con il pattinaggio di figura, di velocità, short track e hockey maschile – ma anche il salto, lo sci alpino e la cerimonia di apertura: per 29 sessioni di 177 eventi (corrispondenti a specifiche fasce di prezzo), le richieste hanno superato il numero di posti disponibili. Per alcune sessioni le richieste pervenute sono state superiori addirittura di due o tre volte alle disponibilità. 6.452 biglietti (pari a oltre il 10% del totale) sono stati così assegnati, come era stato annunciato, tramite una lotteria che si è svolta giovedì 23 dicembre negli uffici del TOROC alla presenza del notaio Benvenuto Gamba. Tutti i carnet richiesti (sport, montagna, città ed esperienza olimpica), invece, sono stati assegnati senza ricorrere alla lotteria.

L’assegnazione dei biglietti tramite lotteria è stata effettuata utilizzando un algoritmo informatico per la generazione di numeri casuali, partendo da un seme creato a sua volta mediante estrazione casuale di 10 numeri. Sia i biglietti assegnati tramite lotteria sia gli ordini che non sono stati oggetto di estrazione verranno comunicati agli acquirenti tramite lettera ed email entro la fine di gennaio.

Il 57% degli ordini – ha spiegato il responsabile Ticketing Giorgio Lauretta – è avvenuto via Internet: un volume che corrisponde a oltre il 10% del totale annuo della biglietteria sportiva online in Italia. L’80% delle richieste è arrivata dall’Italia, con il Piemonte in testa, seguito dalla Lombardia, soprattutto Milano, per circa un 20% di ordini, e da Emilia Romagna, Veneto e Liguria. All’estero sono da segnalare il 4% dal Regno Unito, il 3,2% dalla Germania e il 2,2% dalla Francia.

A tutti coloro che hanno effettuato un ordine nella fase di vendita appena conclusasi, è stata riservata tra il 3 e il 9 febbraio 2005 l’esclusiva opportunità di acquistare i biglietti in base alle disponibilità residue prima che parta la seconda fase, la cui apertura è fissata per il 10 febbraio 2005. In questa seconda fase i biglietti si potranno comprare in tempo reale e potranno essere pagati in contanti o con carta Visa presso tutte le filiali del Gruppo Sanpaolo e presso i punti vendita della rete TicketOne, oppure su www.torino2006.org/tickets o per telefono al call center 848.88.2006. Al momento dell’acquisto verrà consegnato un voucher: il biglietto vero e proprio verrà spedito, tramite corriere, a casa degli spettatori insieme alla “Guida dello spettatore”, entro la fine del 2005, per evitare il rischi di contraffazioni.

di redazione