Un nuovo modo di intendere la natura

dicembre 11, 2002 in il Traspiratore da Redazione

Capire e vivere l’ambiente con la cooperativa Habitat

32809

Sono stati gli operatori turistici, una volta tanto, a cogliere i primi segnali di un nuovo modo di intendere il concetto di vacanza, proponendo un’ampia programmazione a contatto con l’ambiente naturale. Concetto sicuramente alternativo, valido sia per trascorrere serenamente e con spirito costruttivo le lunghe ferie estive, sia per godere al meglio degli spazi più ristretti riservati al week-end, sia, soprattutto, per seminare nelle nuove generazioni una indispensabile forma di insegnamento e creare un determinante modello di crescita culturale e spirituale, quello dell’educazione ambientale.

L’esigenza, sempre più diffusa, di riavvicinarci al nostro ricco e variopinto ambiente naturale; il desiderio, sempre più marcato, di riscoprire il nostro cospicuo patrimonio artistico; la necessità di ritrovare la propria essenza e di ricreare un nuovo rapporto sia con il nostro prossimo, sia con quanto ci circonda, sono concetti essenziali, che hanno certamente contribuito ad affermare e diffondere questo nuovo modo di intendere la vacanza. Lo stimolo è talmente forte da trasformarsi, per molti, in un vero e proprio stile di vita, sobrio e spontaneo, adottato quotidianamente, in casa, per strada, sul posto di lavoro.

La Cooperativa Habitat, in questo senso, ha anticipato i tempi, comprendendo quanto e quale fosse il bisogno della gente di trovare risposte concrete alle nuove esigenze. Attiva dal 1996, la struttura opera nell’intera Valle d’Aosta e nelle zone limitrofe nei settori del turismo naturalistico e dell’educazione ambientale.

Conoscere l’ambiente significa finalizzare ad esso le varie attività, siano di svago, di relax o culturali. Capire quanto è attorno a noi ci permette di interpretare i segnali del territorio, i sistemi naturali, le relazioni tra gli esseri viventi, in modo da poter tradurre tutto ciò in esperienze autentiche ed indimenticabili. D’altra parte, le aree naturalistiche della Valle d’Aosta sono una fonte inesauribile di meraviglie floreali e faunistiche, facilmente osservabili lungo tutti i sentieri. Parimenti, i castelli e le imponenti vestigia storiche che costellano la Regione, a testimonianza di un passato ridondante di storia e di cultura, rappresentano una ghiotta occasione di conoscenza.

32810Esplorare l’ambiente, grazie ad Habitat, è facile, sicuro, gradevole. Le escursioni variano lungo tutto il territorio: a piedi, a cavallo, in mountain-bike! Le guide forniscono tutto il materiale necessario, dalla bussola al binocolo, e, in caso di uscite notturne, anche un cannocchiale stellare. Ci si può sbizzarrire nelle sale del museo di Scienze Naturali di Saint-Pierre, oppure assistere a proiezioni e conferenze, o anche optare tra le quattro sezioni attualmente attive: soggiorni verdi, arte e natura, settimane bianche, ed il cosiddetto “Camminanatura”.

L’educazione ambientale stimola conoscenze, emozioni, comportamenti ed esperienze inerenti il complesso dei rapporti fra gli esseri viventi. In questo senso, l’attività nelle scuole ricopre notevole importanza, poiché i giovani rappresentano le migliori risorse per il futuro: è quindi fondamentale coinvolgere anche gli insegnanti, a partire dall’istruzione elementare. I programmi spaziano dallo studio degli animali alla realizzazione di un Orto Botanico e Biodinamico, dalla conoscenza del territorio ai giochi di ruolo, fondamentali per comprendere le relazioni tra tutti gli esseri viventi.

Habitat è ad Aosta, nella centralissima via Edoard Aubert, al numero 48 (tel. 0165.363.851). Tra un caffè e un gelato (prima di un’escursione, non perdetevi la “charlotte”) potrete gustarvi una parentesi davvero diversa, entusiasmante e rilassante al tempo stesso. Provare per credere!

Cooperativa Habitat

Via E. Aubert, 48 – 11100 Aosta

tel. e fax 0165.363.851

e-Mail: [email protected]

Dove opera

Le guide naturalistiche operano nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, (Guide Esclusive del Parco), nel Parco Naturale del Mont Avic e nelle Riserve Naturali regionali.

I costi delle escursioni

Variano rispetto alla durata e all’impegno: da 10 euro per singoli per escursioni di mezza giornata a 125 euro per gruppi fino a 25 persone per la giornata intera.

Il Traspiratore – Numero 40

di M. Reggio