Ulivieri: cancellare in fretta gli errori

novembre 12, 2002 in Sport da Giovanni Rolle

Orbassano

La settimana di passione che precede il derby della Mole è incominciata ieri pomeriggio con il primo allenamento dei granata ad Orbassano. A tre giorni dalla partita di Perugia, a Renzo Ulivieri girano ancora le proverbiali scatole per la sconfitta con gli umbri.

In particolare, il tecnico è rammaricato per gli errori difensivi che hanno caratterizzato entrambe le reti del padroni di casa. Errori sui quali occorrerà riflettere, anche perché nelle ultime quattro partite i granata hanno incassato la bellezza di sette reti.

Cifre che la dicono lunga sulla solidità del reparto arretrato del Torino: “Con questa media si finisce dritti in serie B – spiega l’allenatore di San Miniato – Anche perché non è pensabile che per vincere il Torino debba segnare almeno tre reti. La cosa singolare è che in queste partite la nostra difesa non è mai stata messa sotto dagli avversari, compreso il match di Perugia, dove loro non hanno segnato neppure in contropiede. Il problema è che i nostri difensori incappano spesso e volentieri in alcune inspiegabili distrazioni.

E non è successo solo a Perugia, ma anche mercoledì scorso con il Bologna, dove ho visto degli errori che mi hanno fatto mettere le mani tra i capelli, a cominciare dalla palla gol concessa a Paramatti al 96′. Forse i nostri giocatori, dopo aver segnato un gol, fanno fatica a ritrovare la concentrazione. Meglio, allora, festeggiare di meno e pensare di più a rimanere concentrati”.

La vulnerabilità del reparto arretrato non è tuttavia la sola cosa a preoccupare il tecnico granata, il quale è sconcertato anche per la troppa arrendevolezza dimostrata dai suoi giocatori dopo aver incassato la seconda rete degli umbri: “Nei sette minuti che rimanevano da giocare non siamo riusciti a fare neanche un tiro in porta, mentre loro hanno avuto qualche occasione per segnare ancora in contropiede. Nel resto della partita almeno la squadra aveva lottato, anche se siamo stati meno brillanti rispetto alla gara di mercoledì”.

Ulivieri non intende comunque apportare modifiche all’assetto tattico, mentre si dimostra possibilista riguardo all’eventualità dell’arrivo di rinforzi a gennaio: “Cambiare un modulo collaudato da anni sarebbe un errore. Piuttosto vorrei che Osmanovski, o chi per lui, non fosse più costretto a fare il terzino, come è successo a Perugia”.

Delli Carri out

Brutte notizie per Delli Carri. Le visite mediche hanno rilevato uno stiramento alla coscia destra del difensore, che dovrà essere sottoposto a cure per una quindicina di giorni. Migliorano invece le condizioni di Sommese, il quale ieri ha svolto lavoro differenziato come Vergassola, alle prese con il solito problema alla caviglia, cui si è aggiunto un affaticamento muscolare.

Romero precisa

Prima della conferenza stampa di Ulivieri, il presidente Romero ha voluto fare una precisazione riguardo ad alcune sue dichiarazioni espresse nel dopo partita di Perugia: “Mi è stata attribuita una preferenza per Magallanes nei confronti di Lucarelli, ma io non ho mai detto che avrei fatto giocare l’uruguaiano al posto del compagno. Semplicemente ho ribadito la mia stima nei confronti di Magallanes e sottolineato la sua prestazione positiva al Curi.

Le scelte tecniche spettano a Ulivieri e comunque provo una stima uguale per Lucarelli, dal quale mi aspetto una grande prestazione nel derby. Anzi, credo che proprio l’ex leccese potrebbe essere l’elemento decisivo nella stracittadina”.

di Giovanni Rolle