Tu regina delle nevi

gennaio 21, 2008 in Moda da Redazione

Come evitare che la settimana bianca si trasformi in un delitto di stile

w_alta_vest-thumbLa stagione sciistica è cominciata: i primi fiocchi sono caduti e la classica settimana bianca è alle porte. E’ ora di prepararsi per lunghe discese sulle piste innevate, piacevoli soste in rifugio stringendo una deliziosa tazza di cioccolata calda tra le mani o un corroborante vin brulè…ma senza perdere di vista lo stile. Che sia Cortina, St. Moritz o semplicemente l’Abetone ciò che conta è non arrivare impreparate e assomigliare all’omino Michelin in gita sugli sci.

Decisa a cimentarmi con lo snowboard, sono partita alla carica e armata di buoni propositi glamour ho cominciato a setacciare ogni possibile negozio di articoli sportivi. Dato il formato Pollicina non vi dico che odissea trovare un paio di pantaloni da sci non chilometrici, per non parlare della giacca, che la maggior parte delle volte mi rendeva simile ad un fagotto senza forma e mi impacciava nei movimenti.

agathaneve03Sembrava una battaglia persa quando alla fine, con gaudio e tripudio, sono riuscita a scovare qualcosa che non mi facesse scambiare per l’abominevole uomo delle nevi: giacca XXS seppure ancora un po’ abbondante e pantaloni XS che contribuiscono alla pulizia delle strade (meno male che lo stile in auge tra gli adepti della tavola è extralarge). Beh, devo ammettere che nonostante all’inizio avessi paura a guardarmi allo specchio, il risultato finale non era niente male. Anzi, corredata di cappellino, mascherina e tavola alla mano l’insieme era decisamente superiore alle aspettative (sicuramente meglio che con la tuta da sci lilla e panna taglia 12 anni che mi aveva procurato la commessa).

Insomma, apparire belle e piene di stile a bordo pista non è certo impresa da poco, ma da qualche anno anche il fashion system ha un occhio di riguardo per le provette sciatrici e surfer: non c’è che l’imbarazzo della scelta. Essere cool on the board è ormai un gioco da ragazzi. Dunque bando ai vecchi completi ormai consunti, restituite le giacche prestate solitamente troppo grandi o troppo piccole, nascondete nell’armadio i maglioni infeltriti e preparatevi a sentirvi vere e proprie star seguendo le proposte che i signori della moda hanno fatto uscire dal loro cilindro magico. snow04

Il portafoglio piangerà un po’ ma ne sarà valsa la pena e lo stile sarà salvo.

Se vi piacciono i colori fluo fanno per voi gli eccentrici completi di Agatha Ruiz De La Prada da abbinare ai doposci in tinta Moncler, imbottiti e impunturati come il famoso piumino. Per chi non rinuncia al lusso nemmeno ad alta quota, sono perfetti i pantaloni in tessuto tecnico di Vist, ricamati con fiocchi di neve dorati che bene si accompagnano al mini bomber, sempre dorato, di Roberto Cavalli, dalla linea aderente e sagomata arricchita da un morbido collo in pelliccia. E perché non completare la mise con i classici doposci versione deluxe come quelli proposti da Dior o meno impegnativi e coloratissimi come quelli realizzati da Naj-Oleari? Se vuoi che tutti gli occhi siano su di te, allora non ti resta che indossare la scintillante tuta in lurex proposta da Roberto Cavalli. Una scelta azzardata ma che ti regalerà il titolo di splendida splendente tra le vette.

snow03Se vedi il mondo tutto rosa, allora fa per te il completo che ti farà assomigliare ad un tenero confetto della Rip Curl, marca nata tra i surfisti d’oltreoceano e specializzata nell’abbigliamento per sport acquatici che negli ultimi anni sta impazzando anche ad alta quota con collezioni trendy, femminili ma che non dimenticano di tenerci al caldo e proteggeci dalle intemperie. Se invece vuoi fare breccia nel cuore di un rude rider, allora non ti resta che affidarti ad alcuni dei marchi cult tra i frequentatori di snowpark: i giacconi in stile graffiti della Billabong diventeranno la tua arma di seduzione. E se vuoi essere glam ma allo stesso tempo comoda, allora fanno per te i pantaloni della Roxy, estremamente cute e al contempo tecnologici: design combinato ai migliori materiali per non dover rinunciare a comfort e calore. Che dire infine del binomio Pucci – Rossignol? Il re delle geometrie ha creato una linea di snow wear per la celebre casa di sci tra cui spicca un allegro gilet smaniato. Se avrai voglia di osare senza avere paura di assomigliare ad Arlecchino sicuramente non passerai inosservata.

boot diorSi chiama vacanza sulla neve ma in realtà è un duro campo di battaglia: l’effetto Yeti è sempre in agguato!

di Ginger