Torino e il Bocuse d’Or , la cultura è servita

maggio 23, 2018 in Attualità, Enogastronomia, Net Journal, Primo Piano, Viaggi e Turismo da Cinzia Sfolcini

Gualtiero Marchesi. La cucina come pura forma d’arte

TORINO DALL’8 AL 16 GIUGNO LA CULTURA E’ SERVITA
Giovedì 17 maggio, in occasione del Bocuse D’Or , è stata inaugurata a Palazzo Madama nella Sala Del Senato l’ installazione artistica di Gualtiero Marchesi La cucina come pura forma d’arte, alla presenza del direttore di Palazzo Madama Guido Curto e del presidente della fondazione Gualtiero Marchesi Alberto Capatti.

Il Bocuse d’Or è la competizione mondiale di alta cucina ideata nel 1987 dal padre della Nouvelle Cuisine Paul Bocuse per promuovere il valore e la professionalità dei cuochi. L’intreccio tra i piatti di Marchesi e le opere dei grandi artisti contemporanei cui si è ispirato è un modo per conoscere il genio del grande cuoco attraverso la lente dell’arte. Perché proprio come gli artisti, il maestro della cucina italiana ha rivoluzionato e innovato, ha guardato avanti anticipando il futuro. Per lui dietro ogni piatto ci sono sentimento, piacere e pensiero.

Per la prima volta nel Sud Europa, in Italia, in Piemonte, nel 2018 la selezione europea del Bocuse d’Or sarà a giugno a Torino in un grande evento riservato a gastronomi, foodies e innamorati del buon cibo. Torino e il Piemonte festeggiano l’arrivo del Bocuse d’Or con un fitto calendario di eventi che intrecciano cibo e cultura.

Il Bocuse d’Or Europe OFF 2018 celebra la tradizione e l’innovazione culturale enogastronomica italiana ed europea in percorsi tra storia, cinema, design, creatività e riflessioni che vengono dalla letteratura e dall’arte.
Da marzo a giugno, appuntamenti diffusi su tutto il territorio regionale sono momenti di avvicinamento all’intensa settimana torinese di eventi dall’8 al 16 giugno.
Si tratta si un grande evento corale, per cui musei, istituzioni e prestigiose location cittadine collaborano con attori del mondo enogastronomico per indagare a fondo il rapporto tra cucina e
cultura. Composto da iniziative culturali diffuse e rivolte al grande pubblico, il calendario OFF nasce dal presupposto che il cibo, e dunque anche l’alta cucina, sia espressione di un bagaglio
storico, dell’identità di un territorio, di un’idea di contemporaneità in continuo dialogo con altre arti e discipline con cui condividere la capacità di interpretare il presente e disegnare il futuro.