The best is yet to come… at Galleria Glance

luglio 12, 2009 in Arte da Cinzia Modena

il meglio deve ancora venire…

Gosha_OSTRETSOV DoktorLa Galleria Glance, in via San Massimo 45 a Torino, smorza i toni seri di mesi di più o meno celato pessimismo generale con le opere di dieci artisti provenienti da tutto il mondo, di cui uno italiano. Provengono tutti dalle gallerie di Lower East Side, quartiere di New York diventato recentemente un nuovo luogo di riferimento nel mondo dell’arte contemporanea grazie all’apertura del New Museum. I nomi degli artisti proposti: Sarah Bedford, Chris Caccamise, Keltie Ferris, Seonna Hong, Caroline Hwang, Annick Ligtermoet, Saelee Oh, Gosha Ostretsov, Rebecca Saylor Sack e Federico Solmi.

The best is yet to come, nell’intenzione della galleria, vuol essere un’incitazione a non arrendersi e a puntare sulle proprie potenzialità in un momento in cui non c’è più niente di certo, ma tutto è ancora possibile.

In un cortile interno raccolto e molto discreto, le opere parlano con voce chiara sulle pareti bianche che le sostengono. Arte fotografica, arte che richiama lo zen e l’oriente, arte quasi fumettistica ma intrigante proveniente dalla lontana Russia, arte italiana di denuncia con un filmato e tre suoi “fotogrammi” (ovvero 3 quadri!).

  • Gli autori
  • Sarah Bedford (Roundup, 1969,) artista di Brooklyn nata e cresciuta in un ranch del Montana. L’infanzia trascorsa in grandi spazi aperti alla ricerca dei tesori nascosti degli esploratori hanno segnato lo stile pittorico di quest’artista che contrassegna le sue tele con una sorta di mappa. La natura non lineare delle sue composizioni incoraggia lo spettatore a ricercare tra gli strati sovrapposti di colore rivivendo un’infantile curiosità.
  • Chris Caccamise (New York, 1975), è suo un mondo di piccole sculture – installazioni di carta Bristol meticolosamente smaltate. In perfetto equilibrio tra pop e umorismo Caccamise progetta ogni sua fragile scultura senza ansie da prestazione, ma con l’entusiasmo di chi lavora giocando e al contempo con assoluta maestria. Uno dei suoi lavori, I Need Money, è diventato a dicembre 2008 una sorta di emblema della NADA Fair di Miami, perché considerato un’espressione perfetta della crisi.
  • Olio, acrilico e vernice spray compongono la tecnica di Keltie Ferris (Louisville, 1977), altra giovane artista di successo. Nelle sue astrazioni assumono particolare rilevanza l’illusione spaziale e le scelte cromatiche, pittura traslucida su superfici ruvide insieme a colori metallizzati e luminosi invitano a libere associazioni con l’artificioso stile glam.
  • Seonna Hong (Los Angeles, 1973), californiana di origini coreane la cui pittura sembra provenire dal mondo delle fiabe. Poetica, nostalgica e incisiva al tempo stesso, l’artista è capace di comunicare racconti toccanti ricercando all’interno della propria evoluzione personale e in ambienti familiari. Già vincitrice di un Emmy, la Hong sembra però essere solo all’inizio di una lunga carriera.
  • Di Brooklyn, Caroline Hwang è una giovane artista che con un tocco di stravaganza unisce il mondo della pittura a quello più intimo del ricamo. I suoi fantasiosi collage di stoffa ricreano scene domestiche tra emozioni forti e difficoltà di relazione, tra passione e autocoscienza.
  • Una differente incursione nella sensibilità artistica femminile è rappresentata da Annick Ligtermoet(Amsterdam, 1983), le cui fotografie affrontano con romanticismo il lato dark e poetico della realtà. Obiettivo dell’artista è portare lo spettatore ad uno stato di confusione sviluppando una morbosa curiosità verso immagini che sembrano esser state ritrovate in una soffitta polverosa, che raccontano storie, che evocano misteriose situazioni.
  • Saelee Oh (Los Angeles, 1981), è un’artista che dipinge con tratti delicati e parallelamente si cimenta in complicate costruzioni con pezzi di carta ritagliati. Ma non solo, spesso nell’opera inserisce anche oggetti ed elementi naturali: piante, bastoni e pietre aiutano l’artista a raccontare storie di alienazione e di identità.
  • Artista multimediale Gosha Ostretsov (Mosca, 1967), passa attraverso la satira per commentare visivamente il dispotismo nella Russia post-sovietica. Ostretsov, tra parodia e utopia, crea un mondo parallelo in cui l’artista-supereroe tenta di strappare il controllo al regime che manipola la coscienza di massa.
  • Rebecca Saylor Sack (Framingham, 1979, vive e lavora a Philadelphia), considera i suoi dipinti campi d’azione in cui esprimere le proprie sensazioni corporee. La sua pittura, stratificata e rielaborata direttamente sulla tela, prova diretta dell’azione, vive infatti nel contrasto tra pennellate delicate e altre più decise, fisiche, quasi violente.
  • Federico Solmi (Bologna, 1973), talento provocatorio e irriverente molto apprezzato dalla critica internazionale. Alla Galleria Glance espone il suo video The Evil Empire insieme ad alcune tavole. Le sue opere si presentano spesso come installazioni realizzate utilizzando differenti linguaggi artistici: dal disegno alla video-animazione, alla scultura meccanica, combinate grazie all’uso di un linguaggio fortemente satirico attraverso cui l’artista crea un ritratto disincantato della società contemporanea. I protagonisti dei suoi lavori, da King Kong al Papa passando per Rocco Siffredi, rappresentati in scenari paragonabili alle ambientazioni dei videogame si scatenano in deliri di onnipotenza creando caos e esasperazione. Ma ai problemi nel portare avanti la propria libertà d’espressione – all’Artefiera di Bologna 2009 la sua installazione della pala d’altare in stile trecentesco costituita da video che fanno parte del ciclo The Evil Empire, aveva suscitato scalpore, tanto da fargli ricevere accuse di vilipendio ad una confessione religiosa ed esposizione di oggetto osceno – si affiancano grandi riconoscimenti internazionali di primo ordine come il John Simon Guggenheim Memorial Fellowship per la video arte 2009, con cui l’artista è stato appena premiato

    INFORMAZIONI UTILI

    Galleria Glance

    Via San Massimo 45 (interno cortile)

    10123 Torino

    www.galleriaglance.com

    [email protected]

    tel 348 9249217

    di Cinzia Modena