Su il Sipario!

maggio 27, 2009 in Spettacoli da Redazione

E. Currao

  • Giovedì 28 e venerdì 29 sarà in scena lo spettacolo Mamme a progetto di e con Emanuela Currao e Beatrice Schiros. Si tratta di una pièce che racconta di un figlio sognato, rimandato, aspettato, desiderato, un figlio a tutti i costi, costi molti alti…..

    E questo perché dal 2004, in Italia esiste la legge 40, con le sue direttive: no alla fecondazione eterologa, no alle diagnosi reimpianto, no ai singles, no agli omosessuali, no alla donazione di ovociti.

    Ed è grazie a questa triste litania di no che nel nostro Paese si assiste al fenomeno del “turismo procreativo”, un pellegrinaggio laico verso la maternità.

    “Mamme a progetto” nasce, e mai parola fu più azzeccata, dalla voglia di raccontare, condividere questa avventura umana che ormai coinvolge un vero e proprio esercito di donne. Un esercito silenzioso ma combattivo.

    Silenzioso perché la ricerca di un figlio – un figlio che non arriva – è un’esperienza umana dolorosa e a tratti imbarazzanti, di cui spesso ci si vergogna.

    In scena chiacchere, pensieri e riflessioni sui tanti modi di accedere alla maternità tra ansie, speranze, dubbi, paure, pregiudizi e difficoltà.

    Mamme a progetto

    Giovedì 28 e Venerdì 29 maggio, ore 21.

  • Sabato 30 maggio sarà la volta dell’artista norvegese Annika Strohm, che interpreta e firma la regia dello spettacolo Clitemnestra o il crimine, tratto e adattato dalla raccolta “Fuochi” di Marguerite Yourcenar.

    Clitemnestra, dopo aver atteso il ritorno di Agamennone, lo uccide con l’aiuto del suo amante, Egisto. La Clitemnestra di Margherita Yourcenar si ritrova a dover spiegare le motivazioni del suo atto in un tribunale dei nostri giorni.

    Clitemnestra o il crimine

    Sabato 30 maggio, ore 21.

    Teatro della caduta, Via Buniva 24 – Torino.

    Per informazioni:

    tel. 011 5781467 – fax 011 8128921

    L’ingresso agli spettacoli è gratuito, previa prenotazione.

    di Redazione