Storia di scoperte e di conservazione degli anfibi del Madagascar

marzo 10, 2009 in Attualità da Stefania Martini

Volantino MSNRIl Madagascar vanta una fauna di anfibi estremamente ricca, con oltre 240 specie note e altrettante ancora in via di descrizione.

Il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino promuove da tempo missioni di ricerca in Madagascar finalizzate allo studio della biodiversità anfibia.

I risultati di tale attività sono stati rilevanti, con descrizione di molte nuove specie e la pubblicazione di contributi di biologia di conservazione. A tal fine nel 2006 è stato lanciato un programma intitolato “A Conservation Strategy for the Amphibians of Madagascar”, realizzato nell’ambito delle azioni dell’Amphibian Specialist Group dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (UICN), di cui il Dr Andreone, è “Chair” per il Madagascar.

Il programma ha portato alla redazione di tre volumi pubblicati dal MRSN.

  • Il primo è un’opera intitolata Anfibi minacciati del Madagascar, realizzata in Italiano, Inglese, Francese e Malgascio, in distribuzione nelle principali scuole dell’obbligo del Madagascar e finalizzata all’accrescimento della sensibilità ecologica. Realizzato in collaborazione con il Madagascar Fauna Group e con la Living Rainforest è distribuito gratuitamente.
  • Il secondo volume è una monografia scientifica di oltre 440 pagine, con 27 articoli realizzati da 63 autori. Si tratta di articoli di importanza fondamentale per stabilire glia spetti di conservazione sugli anfibi del Madagascar e per fare “il punto” su quanto finora si conosce.

    In vendita presso il Museo Regionale di Scienze Naturali a € 50,00.

  • Infine, il piano d’azione, Sahonagasy Action Plan, rappresenta un fondamentale contributo. In 10 capitoli i principali naturalisti hanno evidenziato le azioni da strategiche per la conservazione degli anfibi malgasci. Scritto in Inglese e francese, con informazioni dettagliate sulle azioni da intraprendere e sui costi per un programma di 5 anni. Stampato in Colombia in 5000 copie distribuite in tutto il mondo. E’ il primo contributo regionale dell’Amphibian Conservation Action Plan dell’UICN ed è distribuito gratuitamente.

    Fra queste le iniziative risulta di particolare interesse la conservazione delle specie “minacciate criticamente”, soprattutto in rapporto al pericolo potenziale rappresentato dall’introduzione e diffusione del fungo chitridio, un pericoloso patogeno che ha causato la scomparsa di intere popolazioni e di specie a livello mondiale.

    I tre volumi saranno presentati nel corso della conferenza, accompagnata da proiezione di diapositive e riproduzione di canti degli anfibi delle foreste pluviali.

    Raganelle arlecchino e rane pomodoro: storie di scoperte e di conservazione in Madagascar.

    14 marzo 2009, h. 17

    Presso la sede CeSMAP, Museo Civico di Archeologia e Antropologia, in via Brignone 9, Pinerolo.

    Il Prof. Franco Andreone è Conservatore della Sezione di Zoologia al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino.

    Per informazioni: [email protected]

    Volantino MSNR

    di Stefania Martini