Sposalizio del mare a Cervia

maggio 1, 2005 in Viaggi e Turismo da Claris

Sposalizio del Mare

Come accade da ben 561 anni, anche in questo 2005 la città di Cervia (RA) si appresta a celebrare lo “Sposalizio del Mare”. L’appuntamento è in programma dal 2 all’8 maggio.

In bilico tra leggenda e realtà, l’evento trova le sue origini nel 1445. La cronaca dell’epoca narra che Pietro Barbo, Vescovo di Cervia, al suo ritorno da Venezia fosse stato sorpreso da una terribile tempesta in mare e che per placarla diede in pegno alle acque l’anello pastorale; salvando così se stesso e l’equipaggio. Il Vescovo, allora, promise che ogni anno nel giorno dell’Ascensione (quest’anno si celebrerà il giorno 8 maggio) avrebbe celebrato questo evento con una cerimonia solenne e così è stato fino a questo Terzo Millennio. Solennità ma anche spettacolarità. Infatti, la giornata, che conclude la settimana di festeggiamenti, si apre con una messa nel Duomo di Cervia per poi proseguire con un corteo storico di figuranti in abiti quattrocenteschi che accompagnano il Vescovo e le autorità cittadine all’imbarco. Una volta in mare aperto, “incorniciati” dalle barche storiche che con i loro variopinti colori creano un colpo d’occhio di grande suggestione, il Vescovo benedice l’Adriatico e le imbarcazioni che lo solcano e lancia l’anello nuziale in acqua dove un gruppo di ragazzi attende pronto per ripescarlo. Recuperare l’anello è simbolo di buon auspicio e promette fortuna e prosperità.

L’appuntamento di quest’anno si arricchirà di un’emozione in più, legata alla recente scomparsa di Papa Giovanni Paolo II. Infatti, vent’anni fa, nel 1986, fu proprio l’amatissimo Pontefice a celebrare lo “Sposalizio del Mare”. Alla sua memoria, ancora viva e presente nella città, è dedicata quest’edizione per la quale sarà preparato un allestimento fotografico e ristampata l’edizione che documenta la giornata passata assieme al Pontefice.

Ma lo “Sposalizio del Mare” è anche molto altro, per un’intera settimana una festa che coinvolge tutta la comunità cervese ed i numerosi turisti. Per quest’occasione, da qualche anno Cervia ospita una città a lei legata da elementi di tradizione, storia e cultura. Dopo Venezia, Spalato (Croazia) e Sliema (Malta) in questo 2005 è la volta di Kalajoki, località turistica finlandese a duecento chilometri dal Circolo Polare Artico. In comune con Cervia, la città finlandese condivide una forte cultura di rispetto e conservazione dell’ambiente, la tradizione turistica, l’apertura agli scambi internazionali ed una radicata cultura marinara.

Dal 2 all’8 maggio, dunque la città della riviera emiliano-romagnola si trasformerà in un grande “palcoscenico all’aperto” di eventi della tradizione finlandese: rappresentazioni di storie tratte dal Kalévala (poema che racconta dei miti medievali della fondazione della nazione finlandese), concerti e danze tradizionali, arte e artigianato tipico del nord Europa ed in particolare della Finlandia settentrionale.

Sarà il veliero Ilma, piattaforma mobile “travestita” da veliero con tanto di velatura a gran pavese protagonista assoluta dell’emozionante spettacolo in programma sabato 7 maggio, ore 21, nella centralissima Piazza Garibaldi: “La Creazione della Terra ”, trasposizione scenica degli episodi salienti del Kalévala, con la partecipazione di Ugo Pagliai.

Prodotti di artigianato ed arte della tradizione finlandese saranno esposti in un’importante mostra al Magazzino del Sale “Torre”, mentre nella Sala Rubicone ci si potrà immergere visivamente ed emozionalmente in un angolo di Finlandia, gustandone il paesaggio, i suoni, le luci ed i colori attraverso straordinari effetti multimediali.

Molte piacevoli sorprese sono inoltre garantite dal “gemellaggio” fra la gastronomia finlandese e la tradizionale cucina locale, come dire: il salmone “sposa” la piadina, per un abbinamento sicuramente interessante e gustoso. Non mancherà il nostrano Pane della Ascensia (ascensione appunto), che sarà sfornato dai panifici della città e accompagnato da un sacchetto di sale di Cervia in omaggio.

Dal 2 al 7 maggio, inoltre, “A cena con i Vichinghi”, iniziativa che vede coinvolto un noto ed esperto chef finlandese nelle cucine di sei ristoranti di Cervia per proporre un appetitoso menù tradizionale.

Protagonista indiscusso dell’evento resta il mare, questo elemento naturale è celebrato ed esortato a unire in un unico abbraccio fraterno tutte le etnie che vi si affacciano, come dire che il mare è di tutti e viene condiviso in pace. Per questo viene celebrato, propiziatorio di una stagione favorevole per Cervia ed i suoi abitanti, trasformandosi anche nella cornice della “Regata dell’Ascensione”, in programma il 7 maggio alle ore 15.30; una regata d’imbarcazioni storiche che con le loro vele coloratissime e festose punteggeranno l’orizzonte e coinvolgeranno il pubblico che da terra udirà gli incitamenti degli equipaggi ed apprezzerà l’aspetto coreografico ed agonistico della competizione.

Informazioni turistiche

tel. 0544.974400 – www.comunecervia.it/turismo

Per prenotazioni alberghiere: tel. 0544.72424 – www.chrhotelreservation.it

di Claris