Si sveglia Di Michele

febbraio 11, 2008 in Sport da Giovanni Rolle

TORINO – Secondo successo consecutivo per il Torino, che batte in rimonta il Palermo e torna a guardare con ottimismo al prosieguo della stagione. Nella partita dei tanti ex, non poteva che essere qualcuno della folta “colonia” di ex rosanero a sancire il successo dei granata sulla formazione allenata da Guidolin. In particolare uno, David Di Michele, finalmente redivivo, mattatore della partita con una doppietta e un assist per il primo gol dell’altro ex rosanero Diana. Questa volta niente fischi per il giocatore che a gennaio voleva lasciare il Toro, ma soltanto applausi. I primi i tifosi granata li hanno riservati tutti per Federico Balzaretti, atteso al suo primo ritorno da ex di fronte al suo vecchio pubblico. Bordate di fischi ed insulti per l’ex capitano granata, protagonista del “gran tradimento” dell’estate del 2005, quando lasciò il Toro, in seguito al fallimento, per trasferirsi alla Juventus. Per fare sentire il proprio “benvenuto” sonoro all’ex idolo della curva Maratona, la torcida granata si è addirittura mobilitata, organizzando la vendita di appositi fischietti (un euro al pezzo), i cui proventi serviranno a finanziare la coreografia per il prossimo derby.

Siciliani molto pericolosi in avvio con un cross di Amauri per Guana, che viene contrastato in angolo al momento del tiro. Al Torino viene invece annullato un gol a Stellone per fallo dell’attaccante romano, che aveva raccolto un traversone di Comotto.

A una decina di minuti da riposo il Palermo passa in vantaggio. I granata si fanno trovare sbilanciati su di un contropiede dei rosanero e Amauri e Miccoli vengono a trovarsi due contro due con Di Loreto e Lanna, il quale non riesce a fermare il brasiliano, che trafigge Sereni con un tiro imparabile per l’ex portiere laziale.

Nel secondo tempo Novellino tenta di cambiare le sorti della partita ed inserisce Di Michele al posto di Lazetic. Un cambio che si rivelerà azzeccato, infatti, pochi minuti dopo il suo ingresso, l’ex attaccante rosanero propizia la rete del pareggio granata, che viene realizzata da Diana, che può quindi festeggiare il suo primo gol con la maglia del Toro. Raggiunto il pari, il Torino sfiora il gol del sorpasso: un rimpallo favorisce Barone, il quale si fionda in area avversaria e lascia partire un tiro che centra in pieno la traversa, mentre Diana non riesce questa volta a ribadire in rete sul rimbalzo.

Terza espulsione stagionale per Walter Novellino. Il tecnico granata esce dall’area tecnica per urlare un suggerimento a Stellone e viene impietosamente allontanato dal campo dall’arbitro Gava. L’allenatore torinista, furente al momento dell’espulsione, può comunque esultare dalla panchina per il gol del raddoppio granata, che viene siglato da Di Michele. L’attaccante che pareva destinato a lasciare il Toro al mercato di gennaio, si costruisce da solo la rete che manda in visibilio il pubblico dello stadio Olimpico. Ed è addirittura in tripudio per Di Michele, che realizza la sua prima doppietta in maglia granata: per lui non ci sono più fischi da parte del pubblico torinista, ma solo applausi e cori di incoraggiamento. E’ la rete che spegne definitivamente le speranze degli uomini di Guidolin, anche perché il Palermo è costretto a terminare la gara in dieci per il secondo cartellino giallo ricevuto da Amauri.

  • TORINO-PALERMO 3-1:

    TORINO (4-4-2): Sereni; Comotto, Di Loreto, Lanna, Pisano; Diana (Motta dal 41′ st), Barone (Corini dal 28′ st), Grella, Lazetic (Di Michele dal 7′ st ); Stellone, Rosina.

    In panchina: Fontana, Recoba, Bjelanovic, Zanetti.

    All. Novellino.

    PALERMO (4-1-3-2): Fontana; Cassani, Biava, Barzagli, Balzaretti; Migliaccio; Guana, Caserta (Cavani dal 32′ st), Simplicio (Jankovic dal 32′ st); Miccoli (Bresciano dal 44′ st), Amauri.

    In panchina: Agliardi, Capuano, Tedesco, Rinaudo.

    All. Guidolin.

    MARCATORI: Amauri (P) al 36′ pt, Diana (T) al 15′ st, Di Michele (T) al 26′ st e al 36′ st.

    ARBITRO: Gava di Conegliano Veneto.

    ESPULSI: 19′ st Novellino (all. T) per proteste, 30′ st Amauri (P) per somma di ammonizioni.

    Ammoniti: Diana, Lazetic, Comotto (T); Migliaccio, Biava, Guana (P).

    di Giovanni Rolle