Scienziaggini

marzo 7, 2001 in Technology da Momy

16938(1)“Ma lo sai che un mio amico è riuscito a camminare sui carboni ardenti?”

“Ma dai, davvero? Pensa che invece un mio amico piega le posate con il pensiero!”

Quante volte assistiamo a conversazioni di questo genere? E quante volte ci chiediamo se questi fenomeni sono veramente possibili? Interrogativi che spesso restano senza risposta, alimentando così le credenze popolari intorno ai presunti eventi paranormali. Preoccupa il fatto che sempre più frequentemente questi episodi vengano spacciati come attività di discipline innovative, contrapposte alla scienza ufficiale, rappresentando un serio pericolo culturale ed emozionale.

Truffatori incalliti si beano di possedere poteri sovrannaturali, di essere in grado di curare malattie, rievocare spiriti e influenzare il futuro. Per salvaguardare i cittadini da questi personaggi privi di scrupoli e per fare luce su alcuni presunti eventi “paranormali”, nel 1989 è nato il CICAP, Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale, un’organizzazione scientifico-educativa fondata grazie ad un’iniziativa del giornalista e divulgatore Piero Angela.

Al CICAP aderiscono, tra gli altri, i premi Nobel Carlo Rubbia e Rita Levi Montalcini, i fisici Tullio Regge e Giuliano Toraldo di Francia, l’astronoma Margherita Hack, il farmacologo Silvio Garattini, lo scrittore Umberto Eco e il pedagogista Aldo Visalberghi. Personaggi di assoluto rilievo che si sono accollati l’ingrato (ma in fondo divertente, n.d.r.) compito di indagare in maniera inconfutabile su tutti quei fenomeni pseudoscientifici che invocano l’esistenza di leggi fisiche o di basi fisiologiche non dimostrate e che sarebbero responsabili di far levitare tavolini (psicocinesi), di curare ammalati facendo loro bere acqua (omeopatia), di prevedere il futuro attraverso l’analisi di carte (divinazione), fondi di caffè e corpi celesti…

Diamo un rapido sguardo alle pseudoscienze più diffuse.

Creazionismo

Indica la credenza assoluta nell’interpretazione letterale, e non simbolica, del racconto biblico delle origini. Per quale motivo, se anche si riuscisse a provare che l’evoluzione darwiniana è completamente sbagliata, questa prova sarebbe sufficiente a dimostrare che ha ragione la narrazione biblica? Nessun ragionamento logico, ma soltanto l’ennesima convinzione dogmatica, sostiene che esistano queste due sole possibilità…

Cristallomanzia

Metodo divinatorio che consiste nel far apparire visioni di vario genere soprattutto in sfere di cristallo, ma anche in specchi, pozze d’acqua e ogni superficie riflettente.

Geomanzia

L’arte di adattare le dimore dei vivi e dei morti, così da contribuire ad armonizzarle con le correnti locali del respiro cosmico. In origine era applicata non soltanto alle abitazioni, ma anche alle tombe: una cattiva ubicazione delle une e delle altre avrebbe portato gravissimi effetti sia agli abitanti che ai discendenti dei defunti. Al contrario si sarebbero favorite ricchezza, salute e felicità.

Iridologia

Tecnica di indagine diagnostica basata sull’osservazione dell’iride. L’idea base della iridologia è che in ciascuna delle due iridi esista una rappresentazione topografica delle varie parti del corpo e che, in presenza di un’anomalia presso un dato organo, la corrispondente zona dell’iride manifesti alterazioni caratteristiche. Le informazioni desumibili dall’esame dell’iride riguardano comunque soltanto l’organo colpito e non il tipo di malattia.

Omeopatia

Per curare una malattia o un malessere occorre assumere in bassissime dosi una sostanza che, generalmente, provoca nell’organismo gli stessi sintomi che si vogliono eliminare.

Piramidologia

Le piramidi funzionano come condensatori di “energia cosmica” e presentano proprietà terapeutiche. Esse sarebbero addirittura in grado di migliorare le prestazioni fisiche e mentali di soggetti fatti sdraiare al loro interno e di curare diverse patologie, facendo riacquistare le energie perdute ai pazienti.

Di questo ed altro parlano giovedì 8 marzo al Teatro Colosseo Piero Bianucci, giornalista de “La Stampa” che da vent’anni cura il supplemento “Tuttoscienze”, e Piergiorgio Odifreddi, docente di Logica Matematica alla facoltà di Matematica dell’Università di Torino.

Scienziaggini – relatori: Piero Bianucci e Giorgio Odifreddi

Ciclo Giovedì Scienza

8 marzo, ore 17.45

Teatro Colosseo – Torino

Ingresso gratuito

di Monica Mautino