Scarchilli: dedico il gol ai tifosi

marzo 24, 2002 in Sport da Giovanni Rolle

Giancarlo Camolese commenta la vittoria del Toro sulla Fiorentina: “Buon primo tempo, mentre nella ripresa abbiamo patito un po’ i viola, che dispongono di giocatori di classe. Anche se non è stata una partita memorabile sotto il punto di vista estetico, si tratta di tre punti importantissimi. Per quanto riguarda il gioco, con il ritorno di Scarchilli e di qualche altro elemento in grado di dare più geometrie le cose miglioreranno ancora. Rispetto al girone di andata finora abbiamo realizzato due punti in più e per questo credo che questa squadra vada sostenuta, così come devono essere sostenuti i nostri giovani, come Comotto e Castellini, che è un nazionale Under 21. In questo momento la classifica ci sorride, ma ci sarà da soffrire fino alla fine, visto che mai come quest’anno ci sono tante squadre in lotta per la salvezza. Bisogna ricordare che all’inizio nessuno parlava di noi come di una squadra da piazzamento Uefa”.

Alessio Scarchilli è felice anche per il gol ritrovato dopo oltre due anni: “Lo aspettavano in tanti, me compreso; è il premio dopo tanta sofferenza. Lo dedico al popolo granata ed ai miei compagni, che mi sono sempre stati vicini nei momenti di difficoltà. Ritengo di aver fatto quello che l’allenatore mi ha chiesto, ossia accompagnare l’azione a sostegno delle due punte”.

Anche Ferrante elogia l’ex romanista: “Abbiamo dimostrato che quando i centrocampisti si inseriscono in zona gol, aumentano le possibilità di vincere le partite”.

Angelo Di Livio è invece rassegnato alla retrocessione della squadra viola: “L’impegno l’abbiamo messo come sempre ma si è vista la solita Fiorentina. Ci tirano poco in porta ma gli altri riescono quasi sempre a farci gol subito. Nel secondo tempo abbiamo provato a spingere di più ma loro si sono difesi bene”.

Una diagnosi, quella dell’ex bianconero, simile a quella di Chiarugi: “Il Toro ha vinto con un solo tiro in porta, mentre il nostro, di Mijhatovic, è stato parato da Bucci. La differenza è stata tutta qui. Sul gol di Scarchilli gli abbiamo lasciato troppa libertà al momento del tiro. Per il resto, ci è mancata un po’ di cattiveria in avanti. Anche le punizioni di Adriano, solitamente pericoloso sui calci piazzati, si sono stampate tutte contro la barriera”.

Ed a proposito del brasiliano, Cimminelli ha smentito le voci che lo vedono prossimo in maglia granata nella prossima stagione: “Da Adriano mi aspettavo sinceramente di più, ma non è vero che lo prenderemo in prestito, perché non ha senso lavorare per gli altri. Meglio puntare su Franco”.

Scarchilli mette ko la Fiorentina

di Giovanni Rolle