Sapere di terra

dicembre 1, 2002 in Libri da Sandra Origliasso

Piercarlo Jorio, “Sapere di terra” Priuli & Verlucca pp. 200 Euro 19.50

32721(1)Forse non tutti sanno che nel secolo scorso le aree pedemontane delle valli franco-provenzali erano popolate dagli arpitani, definiti in questo modo dal dialetto parlato in ricordo alle popolazioni celtiche risiedenti un tempo nel nord Italia. La condizione questa gente sottoposta a condizioni climatiche proibitive non era certo facile meno ancora per le donne, oggetto di una ricerca condotta da Piercarlo Jorio e il cui risultato è stato raccolto in un volume edito da Priuli & Verlucca editori. Il libro, intitolato “Sapere di terra. La condizione femminile nelle Valli di Lanzo e nel Piemonte alpino” porta avanti un’indagine svolta attraverso interviste alle protagoniste sulle donne nelle società montane prima che boom economico degli anni 60′ determinasse l’abbandono delle campagne.

La storia della condizione femminile si snoda in capitoli che descrivono l’educazione, gli usi e i modi di dire nell’intero arco della loro vita, dalla nascita fino alla morte. L’autore, in particolare, parte dalla denuncia dell’emarginazione sociale e psicologica a cui erano sottoposte le donne costrette a lavorare nei campi e a rivestire lo spesso gravoso compito di “angelo del focolare”, soprattutto quando si trattava di vedove che dovevano sobbarcarsi anche i compiti più gravosi per condurre una vita lontano dalle calunnie pubbliche. La narrazione è alternata da foto, cartine e documenti che completano una ricerca interessante e approfondita che non si limita a riportare le testimonianze ma si propone di dare una personale interpretazione di un mondo che ci appare lontano anni luce, ma che è parte della storia del nostro secolo.

di Sandra Origliasso