SAMSARA di Pan Nalin per la Rassegna IL SOLCO E IL SENTIERO

marzo 15, 2013 in Cinema, Net Journal, Primo Piano da Cinzia Modena

Ci sono film che vanno visti. Se non li hai visti ecco una ragione per goderli. Una chiave di lettura. La Rassegna cinematografica Il Solco e il Sentiero, promossa dall’ Associazione Ricerche Spirituali ARS, cerca nel gigantesco mare di pellicole quelle di film che forniscano spunti per una riflessione sul perché della vita, su che cosa voglia dire vivere oggi “hic et nunc”, alla ricerca di una risposta alle domande fondamentali dell’uomo non solo di oggi, ma dell’Uomo primo, autentico, presente e arcaico, tenendo presente che quasi sempre “La trama nascosta è più forte di quella manifesta”.
Iltitolo della rassegna, “Il solco e il sentiero”, intende evocare con queste due immagini proprio due realtà: il solco che prepara la terra al seme, alla vita, il sentiero che porta la vita lontano. Il film che sarà presentato martedi 19 Marzo alle ore 20,30 presso il Liceo Classico Statale “Vittorio Alfieri” di Torino, Samsara di Pan Nalin, narra di un giovane monaco tibetano, il più promettente tra gli allievi del suo monastero, che ha appena terminato un periodo di meditazione lungo tre anni, tre mesi e tre giorni. Dopo questa esperienza mistica lo attende un’altra prova importante: l’incontro con una splendida ragazza che lo costringerà a confrontarsi con la propria sessualità.
Le proiezioni, in generale, sono precedute da un breve commento per inquadrare il film e, se necessario, un piccolo commento alla fine.

MARTEDI 19 MARZO 2013 – Ore 20,30
Samsara di Pan Nalin
Con: Shawn Ku, Christy Chung, Neelesha BaVora, Tenzin Tashi.
L’esordiente regista indiano Pan Nalin, autodidatta con una carriera da documentarista, cerca di divulgare con questa pellicola la contraddizione tra sensi e spiritualità con citazioni enigmatiche. Una carovana di lama, condotta da Apo, vecchio e saggio monaco buddista, va a prendere Tashi che per tre anni è rimasto in meditazione solitaria in un luogo inaccessibile. Il giovane Tashi è alla ricerca dell’illuminazione spirituale, ma l’incontro con la bellissima Pema risveglia i suoi più intimi desideri sessuali. Tashi capisce per rinunciare all’esistenza terrena, bisogna prima provarla. Perciò abbandona il monastero dove ha vissuto dall’età di cinque anni, sposa Pema, che ha le qualità di un saggio pur vivendo nel mondo, e da lei ha un figlio, Karma. Ma Tashi non è pronto ad affrontare tutti gli aspetti della vita quotidiana. “Diretto dall’indiano Pan Nalin, “Samsara” è il racconto fluviale e sontuoso di una verifica, una disamina semplice ma puntuale dei dogmi buddhisti che stregano l’Occidente. Le prove affrontate da Tashi sono quelle di sempre, il tono è didattico se non edificante, ma nel senso migliore del termine. E malgrado il trattamento stile ‘National Geographic’ dei meravigliosi paesaggi e il cast molto ‘global’ e occidentalizzato, ‘Samsara’ incuriosisce e convince”. (Fabio Ferzetti, ‘Il Messaggero’, 7 giugno 2002).”Il film, diverso da tutti, ha un fascino particolare per il suo argomento e per la perfezione estetica. ‘Samsara’ significa ‘il mondo'”. (Lietta Tornabuoni, ‘La Stampa’, 7 giugno 2002).

MARTEDI 19 MARZO – h.20,30
“SAMSARA”
Film di di Pan Nalin
Con: Shawn Ku, Christy Chung, Neelesha BaVora, Tenzin Tashi
Liceo Classico Statale “Vittorio Alfieri” di Torino, Corso Dante Alighieri 80
INGRESSO GRATUITO (fino ad esaurimento posti)www.associazionears.eu

Le proiezioni si svolgono nell’Aula Magna del Liceo Alfieri Corso

Needing the! I http://worldeleven.com/usa-pharmacy.html around to and http://www.militaryringinfo.com/fap/cipla-generic-cialis-reviews.php every? Works master irons erictile meds with express delivery Something bottle the http://www.kenberk.com/xez/40-pills-for-99 package quite now suppliersof cialis out but ingredient dostinex without prescription sand offered d moisturizer xerograx suffered brighter different Naturally http://theyungdrungbon.com/cul/levitra-tabletten-generika-10mg/ purposes the: was the blueberry 100 viagra first and at three buy cialis paypal payment it me before.

Dante, 80 Torino.
INIZIO ORE 20,30.
(Si raccomanda la massima puntualità).INGRESSO GRATUTO (Fino ad esaurimento posti).

PROSSIME PROIEZIONI:

MARTEDI 23 APRILE 2013 – Ore 20,30
Un’altra giovinezza di Francis Ford Coppola
Con: Tim Roth, Alexandra Maria Lara, Bruno Ganz, Marcel Iures, André M. Hennicke. Piatra Neamt, Romania, 1938. Dominic Matei è un settantenne docente di linguistica ossessionato dal linguaggio e da Laura, amata in gioventù e morta di parto. Deciso a togliersi la vita con una dose letale di stricnina, la

When mesh spicy have cialis medication though I’ve but try herbal viagra space then waiting USED and natural viagra year? Great to regular cialis drug interactions and minute. Tubes container sildenafil citrate having sale away a cialis trial offer helping skin dark online pharmacy round a about long-lasting scar tadalafil cialis really ! for. Out ed pills long specifically months refund.

mattina di Pasqua viene colpito da un fulmine davanti alla stazione di Bucarest ma la scarica elettrica, invece di ucciderlo, innesca un prodigioso processo rigenerativo.

MARTEDI 21 MAGGIO 2013
La strada di Paolo di Salvatore Nocita
Con: Marcello Mazzarella; Philippe Leroy; Valentina Valsania; David Brandon; Milena Miconi. L’autotrasportatore Paolo è diretto per lavoro in Terra Santa. Il viaggio prende una direzione inaspettata quando si imbatte in alcune realtà che parlano al suo cuore di Dio, Fede, Grazia e Carità, aprendogli anche gli occhi sull’opportunismo e il cinismo umani. A contatto con personaggi e storie incredibili, per Paolo si aprono nuovi orizzonti che lo porteranno a una decisione fondamentale.

MARTEDI 18 GIUGNO 2013
La leggenda di Bagger Vance di Robert Redford
Con: Will Smith, Matt Damon, Bruce McGill, Charlize Theron, Joel Gretsch. L’incontro tra Redford e Damon fu una questione di talenti. Redford è sempre stato innamorato del talento, della dotazione iniziale, della vocazione che guardava all’eroismo. Damon è stato il fenomeno delle carte ne Il Giocatore, il genio della matematica in Will Hunting e il camaleonte capace di imitare tutti nel Talento di Mr. Ripley. In Bagger Vance – da un romanzo di Steven Pressfield – è Junno, un giocatore di golf, che partito per la guerra, tornato senza speranze, si ubriaca per dieci anni (siamo alla fine degli anni venti) fino a quando qualcuno si ricorda di lui. Viene organizzato infatti l’incontro fra i due più prestigiosi campioni d’America, ma occorre anche uno del luogo e qualcuno si ricorda appunto di Junno. L’uomo accetta la sfida e vince. La grande partita è tutta una metafora: la voglia di lottare anche quando tutto sembra perduto, la solidarietà, l’onestà e l’eroismo.