Salone del libro 2011

maggio 10, 2011 in Attualità da Cinzia Modena

Campagna salone libro 2011Il 12 maggio inaugura la XXIV edizione del Salone Internazionale del Libro. Una 5 giorni all’insegna del tema memoria, con una presenza record di espositori e una mostra eccezionale per festeggiare i 150 anni di Unità d’Italia. Ospite d’onore la Russia e Javier Cercas, Assia Djebar e Anita Desai i candidati a ricevere il premio Salone Internazionale del Libro (l’anno scorso era stato consegnato ad Amos Oz). Nell’anno del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il Salone si presenta con un layout completamente nuovo e una superficie maggiore.

Il Salone 2011 occupa con i propri spazi espositivi tre padiglioni espositivi di Lingotto Fiere: l’1, 2 e il 3. Il Padiglione 5 quest’anno è riservato all’area professionale con l’International Book Forum.

New entry del 2011 è l’Oval, che ospiterà il Bookstock Village, l’area per i giovani lettori sostenuta dalla Compagnia di San Paolo; la mostra 1861-2011. L’Italia dei Libri; il Padiglione Italia con gli stand delle Regioni italiane per la prima volta riunite in un’unica area; gli stand delle Istituzioni nazionali; l’area Lingua Madre; lo spazio Libro e Cioccolato, Tentazione e Meditazione; lo spazio dedicato dalla Russia paese ospite ai piccoli lettori e una nuova Sala convegni.

Star indiscussa della 24a edizione del Salone è la mostra 1861-2011. L’Italia dei Libri, ideata da Rolando Picchioni e curata da Gian Arturo Ferrari.

La nostra storia unitaria letta attraverso la lente del libro e dei suoi protagonisti. Forse la più importante iniziativa che il Paese dedica ai testi fondativi, i libri che hanno fatto e diviso gli Italiani. Una nebulosa fatta a spirale dove si intrecciano cinque percorsi di visita. I 150 Grandi Libri, i 15 SuperLibri, i 15 Personaggi, gli Editori, i Fenomeni Editoriali. E al centro, il «sedicesimo decennio»: lo Spazio Telecom Italia con il libro del futuro fra digitale ed eBook.

Paese ospite d’onore 2011 è la Russia, che porta a Torino testimoni del Novecento e nuovi autori per raccontare come sta cambiando una civiltà da sempre al centro degli scenari geopolitici. E in un focus realizzato assieme alla Camera di Commercio e in programma venerdì 13 maggio si fa il punto sulle sfide che il fronte Est offre ai player economici di Torino e Piemonte.Accanto alla Russia, special guest è la Palestina, già presente nel programma 2008 con propri autori e quest’anno al Salone con un proprio stand.

Lingua madre, Salone off, Libro e cioccolato…

Tornano puntuali due iniziative senza le quali sarebbe ormai difficile immaginare l’appuntamento torinese. Lingua Madre, l’area dedicata al meticciato culturale che da quest’anno è di nuovo firmata direttamente dal Salone, con l’omonimo concorso per scrittrici. E Libro e Cioccolato. Tentazione e meditazione che schiera il meglio degli chocolatiers di Torino e Piemonte in un programma di incontri con grandi chef e maîtres à penser del gusto, messo a punto dai critici gastronomici di Repubblica Stefano Cavallito & Alessandro Lamacchia.

L’Ibf – International Book Forum, l’area business del Salone realizzata con il fondamentale sostegno dell’Ice – Istituto per il Commercio Estero, quest’anno compie dieci anni di vita. Riconfermato l’Incubatore per sostenere gli editori da meno di due anni sul mercato. Le Invasioni Mediatiche nel 2011 presentano ben tre progetti: Dimensione Musica, Book to the future e Comics Centre.

Il Salone Off da venerdì 6 a lunedì 16 maggio esonda in spazi aulici e popolari, ex fabbriche e piazze di quattro circoscrizioni cittadine, una in più dello scorso anno: la 3, 7, 8 e la new entry della 4. Con domenica 15 una caccia al tesoro sui mezzi Gtt e venerdì 6 maggio un’azione coreografica di massa nelle piazze delle Circoscrizioni coinvolte e 250 danzatori volontari.

Seconda edizione per il Premio Salone Internazionale del Libro. Dopo Amos Oz, un altro grande autore si sottomette al voto elettronico di visitatori ed espositori per tornare in autunno a incontrare gli studenti e il territorio del Piemonte: i candidati stavolta sono Javier Cercas, Assia Djebar e Anita Desai.

Alcune cifre:

Espositori da record: quasi 1500 con proprio stand o all’interno di stand collettivi e istituzionali, 123 i nuovi espositori che debuttano al Lingotto Fiere: 34 con proprio stand, 28 nell’Incubatore e 61 nelle tre aree di Invasioni Mediatiche. Delle 43 case editrici presenti all’Incubatore nell’edizione 2010, 18 hanno un proprio spazio al Salone 2011.

Sono 16 le Regioni presenti con un proprio stand nel Padiglione Italia all’Oval: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte (come Lingua Madre e come Consiglio Regionale del Piemonte), Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle D’Aosta e Veneto.

27 le sale e gli spazi che ospitano presentazioni, incontri, dibattiti: un numero che conferma il record dello scorso anno. Dai 25 posti della sala Paesaggio Umano fino ai 600 della nuovissima Sala Oval. Nuove anche la Sala Regioni (Oval, 120 posti), la Sala Russia (Padiglione 3, 100 posti) e le tre sale delle Invasioni Mediatiche: l’Auditorium Dimensione Musica (Padiglione 1), la Sala Comics Centre (Padiglione 1) e Room To the Future (Padiglione 2).

INFO UTILI

Salone Internazionale del Libro

24a edizione

Mostra «1861-2011. L’Italia dei Libri»

Lingotto Fiere

via Nizza 280, 10126 – Torino

Da giovedì 12 a lunedì 16 maggio 2011

Al Lingotto quest’anno si arriva comodamente in metropolitana dalla Stazione Porta Nuova.

L’Oval è raggiungibile sia dal Padiglione 3 di Lingotto Fiere, attraverso un camminamento coperto appositamente realizzato per il Salone e costellato da aree sosta e stand commerciali e di servizio, sia direttamente dalle biglietterie e ingressi sul lato ferrovia, accessibili da via Nizza e corso Spezia seguendo le indicazioni «Oval».

di Cinzia Modena