Retrospettiva

maggio 2, 2007 in Spettacoli da Stefania Martini

RetrospettivaFormatasi nell’agosto del 2004 dall’incontro di Fabio Melotti, Gianfranco Lovera, Lucio Lionello (un fotografo, uno scrittore ed un regista di cinema), la compagnia JeanMarieVolontè performing art club porta il nome di uno dei più grandi attori del ‘900 italiano, scomparso nel 1994.

La compagnia si propone di contaminare i linguaggi artistici, assemblando performance, installazioni, video, mantenendo intatta la potenzialità del teatro, con spirito narrativo. Attori veri e capaci interagiscono con immagini virtuali, voci registrate, sono circondati da scenografie mobili.

Con Retrospettiva propongono una pièce raffinata, ricca di sperimentazioni formali e di contenuto, con una grande dose di ironia.

Il protagonista, Oliver Stanford è affetto da amnesia. La supera attraverso tre fasi: dopo i vuoti di memoria, che lasciano trapelare spiragli d’autobiografia, affronta un’iniziazione, grazie ad un’imprecisata organizzazione per il recupero del temperamento. L’organizzazione ha struttura piramidale e diversi gradi cui corrisponde una progressiva conoscenza e un maggiore potere. Il passaggio di stato richiede prove da superare, fino al nocciolo dell’esperienza traumatica.

La terza ed ultima fase è decisiva, vede l’azione al servizio dell’idea, ma l’attendibilità delle ricostruzioni è impossibile da stabilire. L’osservazione influenza le proprietà delle cose, produce mutamenti di stato. Nemmeno il più ottuso ottimismo può sopprimere l’indeterminatezza che accompagna l’agire umano.

Giochi di luci, musica ad alto volume, schermi paralleli affollano il palco, compaiono le immagini di vari testimoni e di un presidente, rapito, deposto? Oliver Stanford interagisce con un’emissaria, bionda, impeccabile, si ribella, smonta le regole di questo universo fantascientifico. L’opera fa parte di una trilogia dedicata ad Oliver; il primo lavoro, bio-logico – la logica della vita, è sintetizzato nella definizione la vita eccede da ogni parte le maglie che cercano di ingabbiarla.

Retrospettiva

Giovedì 3, Venerdì 4 maggio 2007, ore 21

Teatro Garybaldi, via Garibaldi 4 – Settimo Torinese.

Biglietti interi € 10, ridotti € 8

Riduzioni: giovani fino a 25 anni, anziani oltre 65 anni, studenti universitari, soci ARCI, tesserati Associazioni socioculturali di Settimo.

Per informazioni:

Compagnia Santibriganti Teatro tel. 011.643038 (dal lun. al ven. ore 14–18).

www.santibriganti.it

di Stefania Martini