(R)esistenze, il teatro inaugura l’esposizione Itinerari artistici

luglio 4, 2007 in Spettacoli da Cinzia Modena

ZooarteGiovedì 5 luglio a Cuneo, all’interno della programmazione di ZooArte, si terrà lo spettacolo teatrale (R)esistenze, interpretato da Giuliana Garavini e curato dalla stessa e da Luciano Celi.

La rappresentazione teatrale mette in scena un connubbio fatto di femminilità e mascolinità. La resistenza e forza maschile e femminile indagata in un tempo di guerra, reale e virtuale. Un gioco di parti dove ruoli militari e mezzi dialogano con una visione della donna in un certo senso dura. Un’esistenza dura? Sullo Sfondo l’immagine e le opere di Beppe Fenoglio: la Resistenza del partigiano Johnny nelle Langhe dell’autore; Ma anche la “resistenza elettrica” delle locomotive condotte da Luciano per anni.

Metatag (Parole chiave): Resistenza. Liberazione. Il 25 aprile. E le staffette partigiane.

Pescando nel dizionario italiano si scopre un curioso gioco di parole: alla voce “staffetta” si legge: «Messaggero a cavallo o motorizzato che porta ordini». Oppure «Treno, spesso costituito dalla sola locomotiva, che precede unl convoglio speciale». Le nostre staffette, non andavano né a cavallo, né erano motorizzate: erano combattenti partigiane…

La donna entra in scena e con essa la suggestione che unisce idealmente la (R)esistenza-donna alla macchina, la forza della locomotiva e la donna. Madre e sposa, non femmina. Donna che traina. Donna alla testa di un convoglio, a dispetto di ruoli apparentemente secondari. Donna solida, sentinella metallica del vivere contemporaneo, come le figure di Tamara de Lempicka.

Donna è colei che alza un bimbo al cielo per implorare il silenzio delle mitragliatrici.

Questo è solo l’incipit di un lavoro che vuole rivisitare il tema donna-macchina, e calcare in modo grottesco e autoironico l’espressività femminile un po’ troppo stereotipata dalla comunicazione e dalla letteratura contemporanea.

Luciano Celi, formatosi come filosofo della scienza, ha un’esperienza professionale eclettica: dal Politecnico di Torino a macchinista delle Ferrovie dello Stato, dalla redazione del periodico Le Apuane all’ufficio stampa della Pfizer alla collaborazione come giornalista presso diverse testate locali e nazionali.

Giuliana Garavini, laureata in Lettere ed esperta di integrazione somato-psichica nello sviluppo motorio del bambino, danzatrice e coreografa, interprete ed autrice di spettacoli di teatro-danza nonché mima alla Scala di Milano, realizza laboratori di teatro-danza nelle scuole di ogni ordine e grado, è insegnante di danza e collabora con testate giornalistiche e diversi artisti in Piemonte e fuori regione.

ZooArte è un contenitore di pittura, scultura, video e installazioni di artisti. Le opere sono esposte nel contesto del Parco dei Giardini Fresia di Cuneo, ex area Zoo, dal giovedì alla domenica nelle prime 3 settimane di luglio. Una piéce teatrale introdurrà il visitatore verso al ciclo di opere, ogni settimana diverse, ogni giovedì.

Zooarte artisti



Itinerari artistici ai Giardini Fresia

C.so Giovanni XXIII

Cuneo

Giovedì 5 luglio

spettacolo teatrale (R)esistenze

ore 21.00

www.zooart.it

di Cinzia Modena