Quattro atti profani

maggio 21, 2009 in Spettacoli da Redazione

4 atti profaniSi concludono ad Asti gli appuntamenti di “Parole d’artista. Corpi in rivolta”, terza stagione di teatro contemporaneo in residenza diretta da Valter Malosti. Lo spettacolo che chiuderà il sipario della rassegna è Quattro atti profani di Antonio Tarantino.

Prodotto dalla Fondazione Teatro Stabile di Torino e dal Teatro Eliseo di Roma, lo spettacolo è diretto da Valter Malosti e si avvale di un cast straordinario: oltre allo stesso Malosti, ad incarnare sulla scena i diseredati tarantiniani ci sono Mauro Avogadro, Michele Di Mauro, Maria Paiato e Mariano Pirrello.

I 4 atti fanno riferimento ai quattro “drammi torinesi” di Tarantino: “Stabat Mater”, “Passione secondo Giovanni”, “Vespro della Beata Vergine”, “Lustrini”.

L’umanità portata in luce in modo intenso e straziante, ma anche dolorosamente ironico è quella nascosta nelle pieghe oscure della città e delle coscienze.

L’autore dà voce ai “dimenticati”, Fantocci di parole rilegate in pelle, facendoli esprimere in una inaspettata e musicalissima lingua, che riesce a comunicare e ad emozionare sfruttando un ampio e articolato spettro espressivo.

Da un italiano ossessivo, rotto, si passa a un violento corpo a corpo con la lingua italiana “alta”, infettandola con la lingua della strada e il dialetto; inventando irresistibili neologismi e infine inoltrandosi nel solco di un classicità rivisitata, in cui l’olimpo greco può ospitare e consacrare ladri e puttane.

Ho immaginato – dichiara Malosti – che le creature di questi quattro testi, in realtà autonomi, condividano la scena in una nuova creazione. Nuova creazione a cui l’autore ha coraggiosamente aderito. Torino è per queste creature un luogo cruciale, e dentro lo spazio della città, che diviene un luogo / non luogo beckettiano, o metafisico com’è appunto il cuore segreto di Torino, li vedo muoversi e vomitare i loro flussi inarrestabili di parole, commoventi e sgradevoli; quasi attori di un visionario avanspettacolo in un deserto urbano fattosi sacro.

Quattro atti profani

Martedì 26 maggio 2009, ore 21.00

Teatro Alfieri di Asti.

Info e prenotazioni, biglietteria Teatro Alfieri: 0141 399057 – 399032

Biglietto unico 8 euro

di Redazione