Quando il vento

maggio 17, 2010 in Poesie da Redazione

Vento caldoQuando il vento

rompe il silenzio,

e quando

il sentiero,

facilmente raggiungibile,

alza le foglie,

le mani racchiudono

frammenti di polvere

e di vegetazione.

Seguendo

l’immaginaria linea

di confine

l’anfratto

è ricoperto

di ginepro e rosmarino.

Sotto l’ombra del pino

le pigne sfiorano

le punte rocciose,

il sentiero

conduce al mar… e

e di fronte

all’immensità del cielo,

e di fronte

alla vastità del mare,

i fiori di zafferano,

circondano, una torre

d’avvistamento saracena

di Alfredo d’Ecclesia