Prima Industrie: 30 anni di successi

giugno 13, 2007 in Technology da Adriana Cesarò

prima industrieVenerdì 8 giugno, presso la sede di Collegno dell’Azienda Prima Industrie, leader mondiale nel settore delle macchiane laser per applicazioni industriali, il presidente Gianfranco Carbonato, ha voluto celebrare il 30° anniversario della fondazione. L’evento è stato festeggiato tra le innumerevoli e complicate macchine e con la partecipazione di tutti i dipendenti, nel proprio ambiente lavorativo per una volta luogo di festa e non solo di sudori. Il management ed in particolare Domenico Appendino, direttore marketing, è stato molto disponibile a dare tutte le spiegazioni agli ospiti relativamente alle ultime innovazioni tecnologiche,

“Questo anniversario assume un valore particolarmente simbolico, in quanto coincide con i migliori risultati finanziari della storia del Gruppo, con un fatturato 2006 prossimo ai 150 milioni di euro, superiore del 33% rispetto all’anno precedente – ha detto il Presidente e Amministratore Delegato Gianfranco Carbonato. – I traguardi raggiunti dall’azienda in questi anni si devono certamente all’impegno, alla passione e alla competenza di tutti colore che vi hanno lavorato e lavorano, ma anche certamente alla stima e alla fedeltà dimostrata dai nostri Clienti, Azionisti e Partner. A tutti va la mia riconoscenza e l’invito a proseguire con lo stesso entusiasmo verso futuri successi”. Nello stesso giorno, il Presidente ha invitato tutti i dipendenti e le loro famiglie a festeggiare, con una cena nella splendida cornice seicentesca di Villa Sassi. Altre occasioni di festeggiamenti si sono susseguite per i Clienti e per i Partner e per chi ha condiviso con l’Azienda la passione e lo spirito innovativo, contribuendo ai successi ottenuti.

prima industrieNegli ultimi due anni, Prima Industrie conferma la sua leadership nel settore delle macchine laser con il lancio di SYNCRONO (che realizza oltre mille fori al minuto) e di RAPIDO EVOLUZIONE, le più innovative e veloci macchine al mondo nei rispettivi segmenti (2D e 3D). I riconoscimenti internazionali, come i premi ottenuti a Birmingham e ad Hannover, sono un’ulteriore dimostrazione di questo primato. Nel futuro dell’Azienda c’è l’acquisizione di Osai, con il lancio di CV 5000 SESAMO, il primo modello realizzato parzialmente in Cina. SHENYANG PRIMA, è stata la prima joint venture cinese nata nel 1999 seguita da SHANGHAI UNITY PRIMA del 2003 e la recentissima OVL CONVERGENT.

“La nostra azienda ha dimensioni significative e continua a crescere – ha continuato il Presidente Carbonato – con l’ingresso di Osai, dal primo luglio, il nostro fatturato raggiungerà i 200 milioni di euro e circa 900 dipendenti Prima Industrie, dall’ingresso in Borsa, ha ottenuto ed ottiene risultati sempre più promettenti, dando grandi soddisfazioni agli azionisti. Oggi il nostro titolo ha un raggiunto un valore quattro volte superiore alla quotazione iniziale.”

Nell’ambito dell’evento sono stati premiati, con una Targa, gli ingg. Gianmario Rossignolo e Franco Sartorio. Molti gli ospiti presenti, tra i quali il Rettore del Politecnico Francesco Profumo. Il presidente Gianfranco Carbonato parteciperà alla tavola rotonda che si svolgerà, lunedì 11 giugno, presso il Politecnico di Torino nell’ambito del convegno “Passion for robots”. Al termine un raffinato aperitivo, con eleganti tavoli allestiti nei grandi capannoni dell’Azienda, realizzato da Banqueting Sogein, ha congedato gli intervenuti soddisfatti, mentre i dipendenti ritornavano alla produzione giornaliera dell’Azienda.

Prima Industrie, breve storia dei 30 anni di scintillante attività

Prima Industrie nasce nella primavera del 1977 con il nome di Prima Progetti. La Società opera nel campo dell’ingegneria e della ricerca e già nei primi anni di vita sviluppa una vasta gamma di prodotti high-tech nei settori più vari: robotica, elettronica, misure, automazione industriale, etc. Nel 1979 Prima Industrie installa la prima macchina laser per la lavorazione tridimensionale (3D) di grandi pezzi stampati e nel giro di pochi anni diventa leader a livello mondiale in questo segmento di mercato. Alla fine degli anni ottanta la Società si focalizza sempre più sulle macchine laser e vengono progressivamente cedute altre attività quali le macchine di misura a Finmeccanica e la robotica industriale ad ABB. Mentre la linea 3D sia arricchisce con i prodotti OPTIMO e RAPIDO, all’inizio degli anni ’90 Prima industrie fa il suo ingresso, attraverso l’acquisizione della Società svizzera LASERWORK, . nel più vasto mercato dei laser bidimensionali (2D), segmento in cui oggi è fra i leader mondiali con le macchine PLATINO (1996) e SYNCRONO (2005).

Nella seconda parte degli anni ’90 l’Azienda intraprende un processo di forte crescita. Certificata ISO 9001 nel 1997, continua il suo importante programma di investimenti in Ricerca e Sviluppo per ampliare la gamma di prodotto: vengono presentati sul mercato nuovi modelli di OPTIMO e RAPIDO e nuovi prodotti come DOMINO MOSAICO e MAXIMO. A fine 1999 l’Azienda si quota con successo alla Borsa Italiana (attualmente mercato MTAX, segmento STAR). La quotazione dà ulteriore impulso alla crescita: due acquisizioni negli Stati Uniti (Convergent Energy nel 2000 e Laserdyne nel 2001, oggi riunite sotto il nome di Prima North America) permettono a Prima Industrie di produrre i propri generatori laser. Di diventare leader anche nel campo della foratura laser per il settore aerospaziale e di allargare la propria presenza in Asia con joint venture giapponese SNK PRIMA. Nel corso degli anni 2004-2005 il Gruppo consolida la sua struttura commerciale e di assistenza in Europa. PRIMA SCANDINAVIA AB, PRIMA INDUSTRIE UK, Ltd e APRIMA INDUSTRIE Gmbh si aggiungono alle sedi in Spagna, Francia, Svizzera e al Centro Ricerche di Bari. In occasione del suo trentesimo anniversario PRIME INDUSTRIE ha anche lanciato il nuovo sito web www.primaindustrie.com

di Adriana Cesarò