Presentata a Milano la torcia di Torino 2006

gennaio 23, 2005 in Sport da Redazione

Una reinterpretazione, in chiave moderna, della tradizionale fiaccola in legno in cui è il metallo a prendere fuoco e bruciare. È questo il concetto stilistico alla base del disegno della torcia di Torino 2006, progettata da Pininfarina (Fornitore Ufficiale dei Giochi Olimpici) e presentata oggi, durante una conferenza stampa, nella Sala Alessi di Palazzo Marino, a Milano. Nel capoluogo lombardo si è concluso un viaggio iniziato il 7 dicembre scorso a Roma e che ha toccato nove delle principali città italiane dove farà tappa la Fiamma.

Tra poco più di una anno, il 29 gennaio 2006, il convoglio della Fiamma Olimpica si fermerà nel capoluogo lombardo per proseguire verso il Piemonte, coinvolgendo la città in un momento di festa. ‘incontro di oggi sono intervenuti Gabriele Albertini, sindaco di Milano, Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, Filippo Luigi Penati, presidente della Provincia di Milano, Gianni Petrucci, presidente del CONI, Mario Pescante, sottosegretario per i Beni e le Attività Culturali con delega allo Sport, Valentino Castellani, presidente di Torino 2006, Andrea Pininfarina, amministratore delegato di Pininfarina SpA, Sergio Chiamparino, sindaco di Torino, Antonio Saitta, presidente dalla Provincia di Torino e Enzo Ghigo, presidente della Regione Piemonte.

La torcia firmata Pininfarina è stata studiata per rispondere ai requisiti tecnici previsti dal CIO: non si deve spegnere nemmeno sotto pioggia, neve e vento fino a 120 km/h e il fuoco che sprigiona non deve superare i 10 cm d’altezza con un’autonomia di 15 minuti. Alta 765 mm, 108 mm di diametro e 1,850 kg di peso, la torcia è in alluminio con equipaggiamento interno in acciaio, rame e tecnopolimeri. Sarà prodotta in 12.000 esemplari numerati. Il Gas che alimenterà le torce sarà fornito da Italgas.

La conferenza stampa è stata anche l’occasione per annunciare alcuni nomi di personaggi che avranno l’onore di portare la torcia nel passaggio in Lombardia. A rappresentare Milano e il particolare legame con la moda sarà Giorgio Armani. Oltre a Giorgio Armani, l’onore di fare il tedoforo a Milano spetterà anche a Barbara Fusar Poli e Maurizio Margaglio, campioni del mondo e medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Salt Lake 2002 nel pattinaggio di figura che oggi hanno presentato l’uniforme ufficiale dei tedofori del Viaggio della Fiamma Olimpica di Torino 2006.

Giorgio Armani, Fusar Poli e Margaglio saranno affiancati, in Lombardia, da altri personaggi del mondo dello spettacolo, che avranno l’onore di portare la Fiamma Olimpica: tra questi Linus, Cristina Parodi, Roby Facchinetti, Giorgio Pasotti. Un onore che potrà essere condiviso dalle persone che vorranno candidarsi compilando il modulo che si trova sul sito www.fiammaolimpica.it.

I tedofori di Torino 2006 dovranno avere più di dieci anni e non essere – come previsto dalle regole olimpiche – membri di un’assemblea elettiva. La selezione premierà la passione per i Valori Olimpici, che si potrà dimostrare compilando il modulo online. In questa giornata che conclude la presentazione che il Viaggio della Fiamma Olimpica compirà in Italia a partire dal dicembre 2005 – ha detto Valentino Castellani -, vorrei ringraziare i vertici delle Istituzioni locali che con la loro presenza, cosi come avvenuto nelle altre parti d’Italia, confermano l’attenzione e lo spirito di collaborazione di città, province e regioni, nei confronti delle Olimpiadi del 2006. Il progetto della Fiamma Olimpica è particolarmente importante perché diffonde e permette di condividere lo spirito olimpico con tutti gli italiani, anche quelli che non potranno essere presenti alle gare del 2006.

Il Viaggio della Fiamma Olimpica di Torino 2006 coinvolgerà l’ Italia per 64 giorni, toccando tutte le regioni e le province. La Fiamma illuminerà i luoghi più caratteristici del territorio italiano: dalla Torre di Pisa al Canal Grande, dal Teatro di Taormina a Piazza della Signoria a Firenze, dal Monte Bianco all’isola di Lampedusa fino alla Valle dei Templi di Agrigento. Un progetto reso possibile dal sostegno delle istituzioni nazionali (Presidenza della Repubblica, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministero della Difesa, Ministero dell’ Interno), dall’impegno concreto di tante istituzioni locali (Regioni, Province e Comuni) e dai TOP sponsor del CIO, Coca-Cola e Samsung che hanno scelto di diventare anche “Presenting Sponsor ” del Viaggio della Fiamma Olimpica.

La presentazione della Torcia Olimpica, è stata la tappa conclusiva del programma “Tra un anno a…”, con il quale Toroc ha raccontato in nove capoluoghi di regione il passaggio della Fiamma Olimpica con un anno di anticipo. In ogni città sono stati annunciati i nomi di tedofori eccellenti: a Roma Stefano Baldini, a Firenze Andrea Benelli, Jury Chechi e Aldo Montano, a Genova Eraldo Pizzo, a Cagliari Fernando Atzori, a Nuoro Gianfranco Zola, a Palermo Candido Cannavò e Alexandra Araujo, a Napoli Francesco Paolantoni e Lilli ucci, a Bari Emilio Solfrizzi, Carmela Vincenti e Francesco Attolico, a Bologna Gianluca Basile e Gianmarco Pozzecco, a Venezia Federica Pellegrini e Denis Marconato, a Cortina d’Ampezzo Kristian Ghedina. Presenting Sponsor del Viaggio della Fiamma Olimpica di Torino 2006 sono Coca-Cola e Samsung

Ulteriori informazioni sul Viaggio della Fiamma Olimpica di Torino 2006, sono disponibili sul sito www.fiammaolimpica.it

di redazione