Poeti oggi…

aprile 21, 2011 in Poesie da Cinzia Modena

Julio Silva - Ultimo calesse per la lunaCammina in mezzo a cumuli di incertezza

Senza punti di riferimento né ombra di fortezza

Si muove tra valori pochi e credenze scarse.

A volte ipocondriaco

Spesso è cinico

Non ricorda il suo vero nome ma lo canta come canne al vento

Le volte della chiesa della poesia sono oggi

Un ammasso di pietre che vanno a sgretolarsi sempre più

A una velocità senza costante tra ante vetri e mensole

In un moto di rottura e di caduta la cui vibrazione ed energia crea

svincolata musica in una scia

Di versi

riarsi

di amore e avventura e morte

Di sogni infranti e di vite tante simili che hanno perso speranza

Che hanno vinto battaglie perché seguaci di creativa emotività

La storica architettura cede il suo impianto e libera

quelle paure che minano ora e adesso le fondamenta di quanto un tempo era

di una realtà

La nostra, adesso

Fintamente sicura.

Un midollo debole sbiadito e avariato

avvolto da strutture

finemente decorate da ricami di chiodi

per minare certezze consolidate altrui

Lasciando uno spazio

impalpabile

Tra il me e il loro

Un presente sospeso di goliardia e prove di virilità

Un fluido blu comunica il potere del volere…

Dell’ ”ora et nunc” che freme per essere realizzato e celebrato

Il successo meteora si spegne come candela al vento in un mare di ricchezza

I progetti artistici combattono in mare aperto per la sopravvivenza

Di stagione in stagione

senza denaro né bianco né nero

nutrendosì di complicità di vedute e di sogni

La ciclicità è.

Bruciata dai tempi di una comunicazione azione

virtuale letale talento no tempo

Esaltata dal passaparola di chi ama in te poeta l’evasione dai costrutti

In sedi che sono insiemi di pareti in cui la parola viaggia ed è ascoltata..

Anche su menù per viandanti occasionali semi

di Cinzia Modena