Piccole Residenze Creative

aprile 2, 2007 in Spettacoli da Stefania Martini

Piccole Residenze CreativeLa Comapgnia Santibriganti Teatro chiude la prima stagione al Teatro Garybaldi di Settimo Torinese, promuovendo la rassegna Piccole Residenze Creative con sette allestimenti, che andranno in scena tra aprile e maggio 2007.

E’ il risultato di alcuni mesi di lavoro, in cui lo spazio del teatro è stato messo a disposizione delle compagnie che hanno elaborato o rielaborato gli spettacoli qui proposti.

  • Si parte martedì 3 aprile con Pelle d’Oca, a cura delle compagnie Teatro della Terra e Scarlattine Teatro (Torino). Una coproduzione di due giovani realtà, tra prosa e danza, insieme per cimentarsi con una sfuggente, stratificata e misteriosa espressione della cultura umana: la fiaba.

    Scritta ed interpretata da con Giulietta De Bernardi, Enrica Brizzi, Alessandra Dell’Atti, la narrazione e le immagini ripetono gli schemi classici. Il pubblico è accompagnato lungo un sentiero di quadri (come, ad esempio, il bosco che echeggia di voci e richiami), tratti dal favoloso patrimonio dei Fratelli Grimm. Improbabili storie di paura, attimi surreali, dove lo spettatore non si limita a guardare ed ascoltare, ma ha occasione di partecipare.

    Martedì 3, Mercoledì 4 aprile 2007 ore 21.

  • La rassegna prosegue la prossima settimana con lo spettacolo proposto dal Teatro delle radici di Lugano: Polvere di Rugiada, per la regia di Cristina Castrillo.

    In un vecchio caffé concerto seminterrato, dove ci si rifugia in momenti critici, c’è uno spettacolo di donne. Ciascuna ha alle spalle situazioni di violenza, esclusione, marginalità: i numeri che interpretano riflettono queste problematiche. Sono diverse per età e provenienza, ma accomunate da una sorta di bavaglio storico che le ha private del diritto di far risuonare la loro voce. Sul sotterraneo ed angusto palcoscenico si rispecchia la realtà depressa che in superficie si manifesta. Con linguaggio ironico, malinconico e beffardo, sei donne intessono la trama di una forte rivendicazione. Non importa se i clienti-spettatori ascolteranno o meno, se applaudiranno o se ne andranno senza aspettare la fine, per il gruppo femminile l’essersi incontrate, l’aver protetto un piccolo ambito personale ed averlo traslato in viva poesia è il più grande esercizio di libertà.

    Noi alzeremo la testa ogni volta ci occorra e guarderemo diritto il volto della vita, anche se appare lontana, irraggiungibile. Nessuno ci farà del male, neppure la falce spietata che ci portiamo appresso. Faremo di noi la migliore scena, un’illusione quasi perfetta, mentre impariamo a perdere l’età del disincanto.

    Giovedì 12, Venerdì 13 aprile 2007 ore 21.

    Per informazioni:

    SantiBriganti Teatro – Tel. 011.643038.

    www.santibriganti.it

    di Stefania Martini