Piazza Vittorio diventa SILENT DISCO

giugno 29, 2008 in Spettacoli da Cinzia Modena

check_in_architecture TorinoVi è mai capitato di andare ad un concerto e di ricevere i tappi per le orecchie? Oppure, di trovarvi in un posto affollato, con persone che si muovono a ritmo, ma senza sentire suoni diversi da quelli tipici di una via o di una piazza?

Se almeno la seconda ipotesi vi incuriosisce, allora l’appuntamento è per martedì sera in piazza Vittorio: dj-set vi attendono, ma potrete goderne solo a condizione di prendere un paio di cuffie. La musica sarà di due incredibili esponenti Uk. Ma, andiamo per ordine.

L’evento: Check in Architecture dà vita a THE SILENT DISCO, un grande evento gratuito per la città di Torino.

Orario: dalle 19 alle 22

SCOPO: Ridisegnare, ripensare le modalità di fruizione della musica, elettronica ed elettro-acustica, e di uno spazio architettonico importante.

Dinamica dell’evento: Da tre live in diversi punti nevralgici di piazza Vittorio Veneto, musicisti di ricerca sonorizzano a turno la piazza in maniera inusuale e inaspettata nell’orario dell’aperitivo. Si crea un percorso, una mappa Check-in Architecture guida gli spettatori alla ricerca dei musicisti e delle diverse modalità d’ascolto:

WHERE:

  • LAB (19.00-20.00): GIUSEPPE IELASI / SCHOOLMAP RECORDS (IT).

  • Caffè Flora (20.00-21.00): STEFANO PILIA + GIORGIO VALLETTA (XPLOSIVA) (IT).

  • La Drogheria (21.00-22.00): YELLOW LOUNGE PRESENTS DAVID CANISIUS (DE).

    SORPRESA: Dalle 22 in poi

    A partire dalle 22.00 la piazza si trasforma in una grande

    discoteca invisibile

    allestita dal designer Marco Klefish. Gli inglesi SHACKLETON e APPLEBLIM (UK) suonano per il pubblico in modalità cuffia silent-disco. Tutti i partecipanti possono avere delle cuffie dove ascoltare per la prima volta in Italia i due dj inglesi dell’etichetta cult Skull Disco.

    Il lavoro di Shackleton sulle linee di basso e beat complessi non si inserisce facilmente in alcuna categoria; la sua eclettica personalità artistica traspare dalle uscite discografiche finora pubblicate su Skull Disco con percussioni intricate e sinuose, melodie ipnotiche, bassi profondi e una sensibilità dub.

    Co-fondatore con lui della Skull Disco, Appleblim (al secolo Laurie Osborne) vive a Bristol ma è dj residente della nota serata dubstep londinese FWD>> (al Plastic People e altri locali). Da poco ha avviato una nuova etichetta, chiamata Applepips.

    www.skulldisco.com

    www.myspace.com/appleblim

    www.checkinarchitecture.com

    di Cinzia Modena