Per la Befana, tutti a Torino!

febbraio 16, 2001 in Enogastronomia da Claris

Nell’ultimo weekend delle feste natalizie l’offerta turistica che Torino propone ai visitatori continua abbondante ed organizzata. Tutti i turisti che nei giorni dell’Epifania vogliono concedersi una due giorni di svago, sfiniti dalle sciate al Sestriere o a Bardonecchia, hanno a disposizione un ampio ventaglio di possibilità culturali ed enogastronomiche.

Continua, infatti, fino al 7 gennaio 2001 “Weekend a Torino”, l’eccellente proposta ideata da Turismo Torino, l’Agenzia di Accoglienza e Promozione Turistica del nostro capoluogo, per ospitare a prezzi vantaggiosi i turisti. Con la collaborazione di alcuni alberghi della città, tutti possono usufruire dello speciale pacchetto che propone 2 pernottamenti al prezzo di 1, in camera doppia con colazione, ed il soggiorno gratuito per ogni bambino sino a 8 anni in camera con i genitori. In più Turismo Torino offre ai clienti un kit di “Benvenuto” e un dolce omaggio presso il Punto Informativo di Piazza Castello 161.

Per informazioni e prenotazioni sul pacchetto “Weekend a Torino” è sufficiente chiamare lo 011.440.70.32 o inviare un’e-mail a [email protected]

Le proposte culturali sono eccezionalmente diversificate. Impossibile non visitare una delle maggiori esposizioni dell’opera pittporica di Paul Klee mai ospitata in Italia. Presso la GAM, Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, fino al 28/1, sono oltre cento le opere presenti per comprendere meglio il particolare rapporto tra figurazione astratta e scrittura musicale sviluppato dall’artista.

In un percorso espositivo particolarmente suggestivo, a Palazzo Bricherasio, è allestita la mostra “La regina di Saba”, con mille curiosità sullo Yemen magico dei secoli passati.

Un doppio omaggio all’arte povera accoglie i cultori di arte contemporanea. Al castello di Rivoli, accanto alla coloratissima personale del viaggiatore Franz Ackermann e a Mirror’s Edge, sono esposte, fino al 25 marzo, opere di Paolini e Marisa Merz, Penone e Zorio, Boetti e Pistoletto.

Proprio a quest’ultimo è dedicata una personale alla Promotrice delle Belle Arti. Indimenticabili i quadri specchianti che fanno entrare nel loro spazio il mondo, lo spettatore, il tempo, gli altri e lo stesso artista.

Appena cala la luce naturale, la città s’illumina di mille riflessi: sono le luci d’artista, che ornano gli antichi edifici del centro storico, ma anche angoli di periferia meno conosciuti.

Al caldo di un ristorante o in caffè sabaudo potete commentare la ricchezza dei musei visitati e la poesia delle isole pedonali del centro, da piazza Carignano all’area antistante Palazzo Reale. Prelibati piatti fumanti della cucina piemontese, abbinati ad ottimi vini bianchi e rossi, saranno una conferma dell’operosità subalpina.

Per gustare le migliori ricette, assai valida è l’iniziativa dell’EPAT (Esercizi Pubblici Associati Torino e Provincia) in collaborazione con Turismo Torino. “Al ristorante con Mamma e Papà” permette, sino al 7 gennaio, di pranzare e cenare in numerosi ristoranti di Torino, dai più storici ai recenti, con la formula “3 per 2”, ovvero per ogni coppia di adulti paganti, il figlio, sino ai 12 anni compiuti, cena gratuitamente. Gli altri figli, inoltre, sino ad un massimo di tre in totale, usufruiscono di uno sconto pari al 50% sul menu scelto.

Per informazioni e prenotazioni occorre chiamare Turismo Torino allo 011.535.181/535.901/531.327 o inviare un’e-mail a [email protected].

di Claris