Parigi è un lungo tramonto

gennaio 28, 2013 in Libri, Viaggi e Turismo da Stefano Mola

Titolo Parigi è un lungo tramonto
Autore Michele Monina
Editore Laurana
Pagine 160
Prezzo 9,90 €

Che cos’è l’Europa è una domanda che dovremmo farci per davvero. Il rischio è che sia soltanto una di quelle parole-scatola che non apriamo mai, che nessuno prova mai a chiedere seriamente cosa c’è dentro. Eppure la parola Europa e le sue “richieste” rimbalzano sui giornali: non solo, determinano le nostre vite attraverso altre parole come lo spread e il pareggio strutturale. E l’Europa si confonde o si nasconde dietro l’Euro.

Messa così, sembra che stiamo allargando troppo il campo. E invece no. Perché c’è qualcuno che questa domanda se la è posta, anzi, se l’è messa in uno zaino metaforico, e sta andandosene in giro per accatastare sopra questa domanda se non delle risposte, almeno la speranza d’un quadro d’insieme.

Questo qualcuno si chiama Michele Monina, ha scritto un sacco di libri, e ha iniziato da Atene un tour attraverso le capitali Europee. Bella cosa no? Andare, vedere, raccontare. La tappa di cui parliamo qui si chiama Parigi è un lungo tramonto.

Cosa trovate in questi libri? Sicuramente una guida, agile, con tutte le informazioni di cui potete avere bisogno per farvi un’idea in fretta di quel che fare o non fare, e dove: dai musei, a Montmartre, ma anche da Pigalle alle banlieu.

Ma soprattutto, come anticipato, un punto di vista, uno psico-reportage, dove dentro ai fatti e alle cose si inserisce senza nascondersi il punto di vista dell’autore. Non solo quindi il consueto catalogo di aggettivi tendenti al superlativo elogiativo, ma anche la capacità e la voglia d’uno sguardo critico, che non nasconde (e sembra quasi un’eresia) di non amare particolarmente questa capitale, ma di vedere piuttosto nei suoi aspetti più controversi (come le banlieu, per esempio) i suoi elementi più interessanti e innovativi.