Parco Culturale del Canavese

novembre 28, 2003 in Enogastronomia da Redazione

ParcoSabato 29 novembre 2003, tutti al Parco. Sembrerebbe l’invito ad andare a far due passi nel verde, invece si tratta di andare ad immergersi nella cultura dei paesi del Canavese, inclusa una ghiotta “escursione” enogastronomica. Alle 10,30 al Castello di Parella si terrà la presentazione del progetto denominato Parco Culturale del Canavese ideato ed organizzato dall’associazione il Contato del Canavese, la stessa che cura con successo la stagione del teatro Giacosa di Ivrea.

Il progetto tende a far conoscere la storia di questa fetta di Piemonte ed a tal uopo, dopo un’attenta ricerca, si è prefisso quattro importanti linee tematiche diverse ed affascinanti che rendono bene la notevole vivacità non solo intellettuale del Canavese. L’influenza dell’Oriente, il culto degli ideali libertari e rivoluzionari che rivivono col Carnevale di Ivrea, la grande sensibilità per la poesia, l’opera lirica e il canto popolare testimoniata da Gozzano, Giacosa e Nigra, la civiltà del lavoro, dalla metallurgia delle valli Chiusella, Soana e dell’Orco alla metalmeccanica olivettiana.

Prendendo spunto da questi temi guida si è costruito un programma artistico che accrescerà la sua potenza comunicativa svolgendosi nei luoghi più significativi del territorio: i castelli di Agliè, Masino, Mazzè, Parella, San Giorgio Canavese, Villa “Il Meleto” ad Agliè, Casa Giacosa a Colleretto Giacosa, la Rotonda Antonelliana a Castellamonte e l’Officina H Olivetti a Ivrea. L’edizione 2003-2004 del Parco Culturale del Canavese si terrà tra il prossimo mese di dicembre e il settembre del prossimo anno e sarà costituita da circa venti manifestazioni. Manifestazioni fatte di non solo palcoscenico, infatti lo scopo principale del progetto è esportare il Canavese e la sua economia, perciò ad ogni manifestazioni verrà dato ampio spazio alla promozione dei prodotti enogastronomici e manifatturieri che hanno contribuito e contribuiscono all’identità e alla riconoscibilità del territorio. Cultura e cultura del cibo, sarà come tornare indietro di qualche decennio quando si andava agli spettacoli portandosi da mangiare da casa, solo che in questo caso il palato sarà solleticato dagli stessi che vi solleticheranno la mente. A parte gli sponsor ufficiali del progetto che sono la Provincia di Torino, la Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, il Comune di Ivrea, l’Azienda Esercizio Gas di Ivrea e dell’ATL del Canavese e delle Valli di Lanzo ci sarà anche un importante parterre di personaggi politici e non solo.

Presenteranno il progetto: Mercedes Bresso, Presidente della Provincia di Torino; Andrea Comba, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino; Giacomo Bottino, Direttore artistico del Teatro Giacosa di Ivrea.

Interverranno Valter Giuliano, Assessore alla cultura della Provincia di Torino; Fiorenzo Grijuela, Sindaco di Ivrea; Alberto Stratta, Assessore alla cultura della città di Ivrea; Ivan Pescarin, Presidente dell’Azienda Esercizio Gas di Ivrea; Celestino Geninatti Chiolero, Presidente ATL del Canavese e delle Valli di Lanzo.

A coordinare il tutto ci penserà la classe di Dirce Levi,Caporedattore responsabile de “La Sentinella del Canavese”. Parteciperà all’incontro la sofisticata Catherine Spaak.

Per informazioni:

“Il Contato del Canavese” – tel.e fax.0125/641161

Ufficio stampa – Rita Ballarati 333/6728569

[email protected]

www.teatrogiacosa.it

di Jean Gasperi