Paesaggi con figure

gennaio 12, 2010 in Cinema da Redazione

Michelangelo AntonioniIl Museo Nazionale del Cinema rende omaggio al regista Michelangelo Antonioni, scomparso nel 2007, con un’ampia retrospettiva al Cinema Massimo dal 13 gennaio al 2 febbraio 2010.

La retrospettiva verrà inaugurata mercoledì 13 gennaio 2010 alle ore 20.30 nella sala Tre del Cinema Massimo con la proiezione del primo lungometraggio del regista Cronaca di un amore (1950).

Michelangelo Antonioni appartiene alla generazione immediatamente successiva al periodo neorealista e a ciò si ispira per dirigere il suo primo film.

Compie però, subito dopo, un passo in avanti verso l’introspezione e la disincantata rappresentazione della realtà umana.

Nel suo cinema si sente l’urgenza del cambiamento che egli descrive attraverso la forma della crisi, nel confronto tra i personaggi e nel rapporto tra questi e la società.

Al centro dei suoi film ci sono sempre storie d’amore malate e destinate a finire tragicamente, intrecci rarefatti dove l’attesa e il disorientamento prevalgono, dove tutto porta alla definizione di una esistenza vuota, quasi sospesa nel nulla.

Con il suo cinema Antonioni rovescia il mondo perché decostruisce il rapporto tra spazio e tempo e sperimenta un realismo nuovo, immerso nel caos aggiungendo al racconto la frammentazione e l’ellissi, un cinema che scuote la visione e la coscienza, denso e contraddittorio, moderno e tormentato.

Paesaggi con figure. Il cinema di Michelangelo Antonioni

13 gennaio – 2 febbraio 2010

Cinema Massimo Sala 3 – via Verdi, 18, Torino

di Redazione