Novara-Juve 0-4 : Chi si ferma è perduto

maggio 1, 2012 in Net Journal, Sport da Tomas

Novara-Juve: Migliori e Peggiori

Novara-Juve: Migliori e Peggiori

Al Silvio Piola di Novara Michel Platini e Giampiero Boniperti sono gli ospiti d’onore, le loro radici ed il loro passato bianconero sono il loro passaporto migliore per entrambe le tifoserie. A Del Piero tocca invece ricevere il premio Fair Play che viene assegnato dal Novara prima di ogni gara casalinga. Premio dedicato al giocatore avversario che più si è distinto in carriera per professionalità e valori morali. Il passato ed il presente, le leggende bianconere insieme nello stesso stadio. Il futuro prossimo Juventus è il 30° scudetto, sempre più alla portata degli uomini di Conte. Ancora tre sfide, tre battaglie per vincere un Campionato che potrà rimanere nella Storia, da imbattuti, da record (miglior difesa, miglior sequenza partite utili, minor numero di sconfitte esterne, minor numero di reti subite in trasferta, imbattibilità), da far invidia alle solite cornacchie antijuventine. Anche Tesser dovrà inchinarsi allo strapotere bianconero, tessendo le lodi di questa squadra che ad inizio stagione veniva disegnata come incompiuta per gli acquisti mancati nel mercato d’ agosto (vi ricordate le critiche per l’ ultima giornata d’ agosto passata alla ricerca di un difensore ?) e lontana dal poter lottare per i primi posti. Dopo la gara d’ inaugurazione dello Juventus Stadium, in quel che sembra un lontanissimo 8 settembre, i commenti di molti erano: “si, han costruito un bellissimo stadio, manca però la squadra”. Ora, a due settimane dal termine del torneo, a 270 minuti dalla fine, alla vigilia di un Juventus-Lecce che potrebbe già regalare la vittoria ai bianconeri in caso di una Atalanta corsara a S. Siro, Conte ed i suoi giocatori si godono le lodi che hanno conquistato giornata dopo giornata. Dopo l’ iniziale scetticismo, derivato da due stagioni tremende, dopo la pareggite acuta, ecco che arrivano una serie di vittorie consecutive per rincorrere un sogno che è ormai davvero prossimo a realizzarsi. Fate pure tutti gli scongiuri necessari…

Queste le squadre che son scese in campo:
NOVARA (4-3-1-2): Fontana; Dellafiore (1’ st Da Silva), Lisuzzo, Paci, Garcia; Porcari, Pesce, Gemiti; Rigoni; Mazzarani (22’ st Radovanovic), Caracciolo (6’ st Morimoto).
A disposizione: Coser, Centurioni, Rinaudo, Mascara.
Allenatore: Tesser

JUVENTUS (3-5-2): Buffon 6; Barzagli 6,5, Bonucci 6,5, Chiellini 6,5; Lichtsteiner 6, Vidal 6,5 (11’ st Padoin 6), Pirlo 7, Marchisio 7 (15’ st De Ceglie 6), Giaccherini 6,5; Borriello 7, Vucinic 7,5 (20’ st Elia 6).
A disposizione: Storari, Caceres, Del Piero, Quagliarella.
Allenatore: Conte 7

RETI: Vucinic 16’ pt, Borriello 40’ pt, Vidal 5’ st, Vucinic 19’ st

La partita
Bianconeri famelici, con un Borriello che una volta sbloccato può rendersi decisivo in questo rush finale. Al 2° viene lanciato a sinistra per il suo tiro ad incrociare sul palo lontano, ma la conclusione finisce fuori. Al 10° un suo cross da sinistra arriva a Lichtsteiner che fa sponda per la rovesciata di Vidal che termina fuori. Ci prova Pirlo al 14° ma trova solo un angolo. Al 16° i bianconeri passano in vantaggio su punizione di Pirlo dalla sinistra per Vucinic che in mezzo all’ area calcia di prima intenzione di sinistro piazzando la palla all’ incrocio, imparabile per Fontana. Fontana chiude lo specchio a Marchisio al 20°, lanciato a rete sulla sinistra, mentre si vede un Lichtsteiner tutto solo davanti alla porta che spedisce la palla alta pochi attimi dopo. Arrivano sulla sinistra tutte le azioni migliori dei bianconeri, ed al 24° Giaccherini tenta il tiro a giro spedendo alto il pallone. Due minuti dopo Pirlo lancia il centrocampista tascabile, che prova la conclusione al volo da sinistra graziando Fontana di poco. Ci riprova Pirlo ma Fontana al 29° manda in angolo in tuffo. Al 31° il Novara si presenta in area con un cross da sinistra di Gemiti, Mezzarani di testa spedisce alto. Il primo tempo si chiude con il raddoppio bianconero al 40°, lancio a sinistra per Marchisio, sponda indietro di testa per Giaccherini, cross in mezzo per lo smarcato Borriello che in tuffo di testa firma la sua seconda rete in bianconero.

La ripresa è un allenamento per i bianconeri, che non smettono di ricercare il goal. Dopo un incredibile errore di Borriello al 3° davanti alla porta, Vucinic lanciato a destra viene chiuso da Fontana al 5°, ma Vidal ribadisce la respinta in goal. Ci riprova Mazzarani con una punizione al 11° a perforare l’ imbattibilità di Buffon, il portierone respinge coi pugni. La partita viene chiusa al 19° con un lancio delizioso di Pirlo per Giaccherini sulla sinistra, dribbling e tiro parato da Fontana, arriva a rimorchio Vucinic che firma la sua personale doppietta. Radovanovic e Pesce provano a segnare, mentre Elia si trova 3 volte a tu per tu con Fontana per segnare il suo primo goal in bianconero, ma il risultato non cambia più .

Classifica - Primi posti

Classifica - Primi posti

Campionato vibrante fino alla fine, con Genoa e Lecce che perdono, il Milan che resta a -3 dai bianconeri vincendo contro il Siena, e la corsa al 3° posto che diventa un romanzo incredibile con 4 squadre tutte a 55 punti. Il Napoli ora diventa la principale candidata sia per la classifica avulsa che per il calendario favorevole. Resta da vedere cosa succederà con i deferimenti in arrivo per il Calcio Scommesse.

Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .