Non lo farò mai

gennaio 2, 2007 in Racconti da Tomas

MarionettaL’orgoglio vi conosce a fondo oramai.

Siete seduti a chiacchierare con un vostro amico, mentre vi sorprende da dietro e vi lascia senza fiato.

Non vi lascia nemmeno il tempo di pensare, e come un automa scattate con la vostra tipica risposta: “IO ? Ma neanche per sogno ! IO NON LO FARO’ MAI !”.

Resta lì con voi a sorseggiare il caffè caldo, lo assapora anche lui, non ha fretta, tanto quel che doveva fare lo ha fatto.

Un altro fascicolo da catalogare, e conservare nella propria memoria, perchè l’orgoglio se li ricorda questi brevi scampoli di realtà, quasi se ne appropria e li reinventa a modo suo.

IO NON LO FARO’ MAI.

Quante volte avrete pronunciato questa frase, quante volte ne avrete sentita l’eco in quella scatoletta grigia.

E quante volte vi siete posti il problema se ascoltare o meno quell’eco sorda alle vostre lamentele.

Eccovi percorrere un lento tragitto mentale, tra le quali sponde affiorano, appena nascosti dietro le vostre vecchie insulse idee, l’orgoglio e l’autostima.

Si annidano poco dietro la paura, che non si sogna nemmeno di intervenire subito: chi glielo fa fare di sbranarvi per esser poi subito ricacciata al suo posto, ma vuol esser la prima a vedervi passare.

Siete immersi nei vostri più reconditi dilemmi, e non volete che nessuno vi sorprenda.

L’orgoglio non deve colpirvi alle spalle questa volta, volete decidere senza suggeritori, ma l’autostima vi ricorda che lei potrebbe lasciarvi, ricordandovi che non potete di certo rimangiarvi la parola data.

IO NON LO FARO’ MAI.

E la paura è lì che se la ride, si ribalta e cade nel fosso, dove il suo schiamazzare vi altera. Comare ira compare all’improvviso dal nulla e vi porta via lontano.

Non volete ascoltare quel bieco ghigno di chi non vi lascia più pensare.

Ora che avrete ripreso il vostro cammino, forse, vi sentirete più a vostro agio.

Ascolterete le dolci parole del desiderio che vi aspetta a casa e vi chiederete:

IO NON LO FARO’ MAI ?

Le certezze che l’orgoglio vi stava mostrando, il sogno ve le nasconde dietro nubi colorate di rosso, e la luce della memoria continuerà a ripresentarvi quelle parole che odierete fino a quando non prenderete la vostra decisione.

LASCIATEVI TRASPORTARE, QUALUNQUE SIA IL VOSTRO SUGGERITORE.

di Tomas